Vaccino Coronavirus, c’è l’annuncio: “Pronto già a gennaio”

C’è l’annuncio sul vaccino per il Coronavirus: “Potrebbe essere disponibile già dal prossimo mese di gennaio, penso sia fattibile”

vaccino coronavirus annuncio
Vaccino Coronavirus, c’è l’annuncio: “Pronto a Gennaio” (Fonte: Google)

Il Coronavirus ha colpito tutto il mondo. Il temibile morbo è nato in Cina, ma a macchio d’olio e in breve tempo si è diffuso in tutto il pianeta. In Europa sembrerebbe l’Italia la nazione più colpita, anche se la Spagna e il Regno Unito contano migliaia di morti e centinaia di migliaia di contagiati. Il paese più colpito al mondo, però, sono gli Stati Uniti. La maggior parte del globo sta per entrare nella fase 2, ovvero quella di convivenza con il virus. In Germania da qualche giorno alcune attività hanno riaperto, ma questo ha coinciso con una nuova ondata di contagi. La Merkel ha dichiarato di essere disposta a chiudere nuovamente tutto se i contagi dovessero aumentare ancora. La fase 3 arriverà con grande probabilità quando sarà pronto il vaccino anti Covid-19. Molte soluzioni sono allo studio, ma per adesso ancora nulla di concreto.

Vaccino Coronavirus, l’annuncio di Fauci

Gli Stati Uniti ovviamente sono il paese più avanti nella lotta al pericoloso virus e di conseguenza nello studio per il tanto agognato vaccino. Quest’oggi, Anthony Fauci, l’autorevole virologo della task force Usa voluto dal presidente Donald Trump per combattere l’emergenza Covid-19, ha annunciato: “Il vaccino contro il Coronavirus potrebbe essere disponibile già dal prossimo mese di gennaio, penso sia una cosa fattibile”. L’esperto virologo, nell’intervista alla stampa locale, ha aggiunto: “La strada è assumersi il rischio di cominciare la produzione con le società coinvolte presumendo che funzioni e, in tal caso, aumentarla”. Il direttore dell’Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive ha sempre specificato che per il vaccino ci sarebbero voluti almeno diciotto mesi, ma adesso precisa: “Ora la previsione si è leggermente abbassata e non si allontana molto dall’ipotesi iniziale”. Gli Stati Uniti dunque sarebbero in prima linea nella sperimentazione del vaccino e potrebbero essere il primo paese a metterlo sul mercato. Lo studio nel frattempo continua anche negli altri paesi, compresa l’Italia. Il vaccino al momento sembrerebbe rappresentare l’unica speranza per sconfiggere definitivamente il temibile morbo proveniente dall’Oriente.

anthony fauci vaccino
L’annuncio di Fauci fa ben sperare (Fonte: Google)

Fauci ha anche precisato che negli Stati Uniti gli studi sul farmaco remdevisir, usato anche per combattere l’ebola, hanno superato quota un milione e ciò rappresenta un importante passo in avanti nel trattamento dei pazienti affetti da Covid-19. E’ emerso infatti, analizzando un gruppo di mille persone a cui è stato in parte somministrato il farmaco e in parte il placebo, che il medicinale potrebbe contribuire a ridurre i tempi di recupero per i malati più gravi.