Coronavirus e acne da mascherina: cos’è il maskne e come combatterlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:46

Portare la mascherina è un dovere oltre che un obbligo, ma potrebbe irritare la pelle e facilitare la comparsa dell’acne. Scopriamo cos’è il Maskne.

Maskne, acne da mascherina
Pixabay

La mascherina è, senza dubbio, un dispositivo di protezione individuale tra i più importanti in questa lotta al Coronavirus. Indossarla significa  riuscire a proteggere chi ci sta attorno da eventuali droplet che potrebbero essere infetti. Eppure, indossandola tutti i giorni, potremmo trovarci davanti a degli spiacevoli inconvenienti come l’acne proprio nella zona della mascherina. Premesso che va sempre indossata e tra il rischio di contagiare qualcuno o di essere contagiati e quello di avere qualche brufolo è sempre preferibile il secondo, vediamo come prenderci cura del nostro viso.

Cosa si intende con acne da mascherina?

Probabilmente lo avrete notato anche voi. Quando state per lungo tempo con la mascherina addosso, alla sera levandola troverete le pelle un po’ umida  e con qualche brufolo. Lo chiamano Maskne e altro non è che l’acne da mascherina. Come riporta Fanpage la pelle sotto la mascherina respira poco. C’è poca ossigenazione e, per questo, la pelle produce una quantità eccessiva di sebo. Ma vediamo meglio cos’è il maskne e come combatterlo.

Cos’è il maskne

Come abbiamo detto, ma lo ribadiamo volentieri, la mascherina è obbligatoria. Allo stesso tempo portandola per lunghe ore durante la giornata, il rischio potrebbe essere quello di non far respirare bene la pelle. Così la porzione di pelle coperta dalla mascherina suda, i pori si ostruiscono e il sebo aumenta, facilitando la comparsa di brufoli e punti neri. Per prevenire questo problema bastano poche e semplici accortezze.

Come prevenire e curare i brufoli da mascherina

Per contrastare e far scomparire l’acne da mascherina, o le relative e fastidiose irritazioni basta seguire qualche piccolo accorgimento. Il primo step è sicuramente quello di mantenere un’ottima igiene del volto lavando la faccia sia prima che dopo aver indossato la mascherina. Così germi e batteri vengono eliminati subito. Una volta alla settimana poi è consigliato anche fare uno scrub viso con dei prodotti appositi. Questo rituale va a eliminare la pelle morta e liberare così i pori che possono finalmente respirare di nuovo. Alla sera poi, o comunque quando levate la mascherina, ricordate sempre di lavare il volto accuratamente e lasciarlo un po’ respirare prima di applicare una crema. Piuttosto potete pensare di passare sulla zona interessata un tonico detergente atto proprio a liberare la pelle da tutte le impurità.

Maskne, acne da mascherina
Pixabay

In ogni caso, alla fine, quello dell’acne da mascherina o maskne che dir si voglia è un piccolo prezzo da pagare rispetto alla sicurezza che un piccolo accessorio come questo ci dona. Protegge infatti gli altri e noi stessi. Tutti dovremmo indossare la mascherina, proprio per evitare la risalita della curva dei contagi. Qualora dovesse accadere l’acne da mascherina sarebbe, oggettivamente, l’ultimo dei nostri problemi.