Coronavirus, il Comitato Tecnico-Scientifico avverte: ‘Se qualcosa va storto, si richiude’

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:29

Coronavirus, in una recente intervento a La Repubblica, gli esperti del Comitato Tecnico Scientifico hanno avvertito sui dati della Fase Due. 

Coronavirus Comitato
Le parole degli esperti del Comitato Tecnico Scientifico sulla Fase Due del Coronavirus. Fonte Foto: Pixabay

Continua la Fase Due del contenimento del Coronavirus. Seppure con una lenta e graduale ripresa prevista dal 4 Maggio scorso, è soltanto da una settimana esatta che la convivenza con il virus è iniziata a tutti gli effetti. È dal 18 Maggio, infatti, che tutti gli italiani sono ritornati a svolgere il proprio lavoro, ma non solo. Sono ormai diversi giorni che in tutti i telegiornali nazionali vengono trasmesse immagini di ‘movida’ notturna. In diverse parti d’Italia, infatti, si sono verificati diversi episodi che, come raccontato in precedenti nostri articoli, hanno suscitato l’immediata reazione dei governatori della loro Regione. Luca Zaia, il presidente della Regione Veneto, ad esempio, ha affermato che, se si continua di questo passo, è obbligato a chiudere nuovamente. Sulla stessa scia, però, sono anche le parole degli esperti del Comitato Tecnico-Scientifico. Come riporta La Repubblica, essi non hanno potuto fare a meno di avvertire su quale sarà il prossimo passo qualora i dati di questo ultimo periodo non dovessero essere positivi.

Coronavirus, il Comitato Tecnico-Scientifico avverte sulla Fase Due: cosa potrebbe accadere

È stata definita Fase Due del contenimento del Coronavirus non perché il virus cinese sia affatto sparito, bensì perché, in attesa di vaccino, inizia la vera e propria convivenza con esso. Come raccontato in diversi nostri articoli, i tempi della cura sembrerebbero essere abbastanza lunghi. È proprio per questo motivo che, in attesa, è necessario continuare ad avere alta la guardia ed, ovviamente, continuare a mantenere e rispettare tutte le regole importanti per evitare il contagio da Covid-19. Ecco. In questa prima settimana effettiva di Fase Due, sembrerebbe che i dati siano più che incoraggiante. D’altra parte, lo ha rivelato anche il virologo Guido Silvestri su Facebook. Tuttavia, continuano a registrarsi episodi di movida notturna che, ammettiamolo, fanno davvero preoccupare. Motivo per cui, come riporta La Repubblica, gli esperti del Comitato Tecnico-Scientifico non hanno potuto fare a meno di trattare questo argomento. Ed, ovviamente, spiegare quale sarà l’unica conseguenza se i contagi dovessero risalire da un momento all’altro.

Coronavirus Comitato
Fonte Foto: Pixabay

Stando a quanto si evince dal quotidiano La Repubblica, sembrerebbe, quindi, che gli esperti del Comitato Tecnico-Scientifico siano realmente preoccupati per quanto visto in questi ultimi giorni. Ed hanno avvertito che, qualora il picco dei contagi dovesse nuovamente risalire, sarà immediata l’unica cosa da fare: chiudere nuovamente tutto. Insomma, l’avvertimento degli esperti è molto chiaro. Bisogna continuare a fare attenzione e, soprattutto, evitare episodi che potrebbe provocare una seconda ondata di infezioni.