Coronavirus, lo ‘strano’ effetto del lockdown: italiani mai così ricchi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:59

Il lockdown provocato dall’emergenza Coronavirus ha generato uno ‘strano’ effetto: gli italiani non sono mai stati così ricchi

coronavirus lockdown effetto
Coronavirus, lo strano effetto del lockdown (Fonte: Google)

Il Coronavirus ha messo letteralmente in ginocchio l’Italia. Il nostro paese è stato uno dei più colpiti. Centinaia di migliaia di contagiati, oltre trentamila morti e ancora trecento contagi al giorno. Il Bel Paese è entrato ufficialmente nella fase 2, ovvero quella di convivenza con il virus, ma nella penisola è ancora molto alta l’allerta. Alcune regioni, come ad esempio la Lombardia, registrano ancora molti contagi al giorno. La curva dei nuovi contagi, però, si sta avviando man mano verso la quota zero e con l’arrivo del caldo e dell’estate, il virus potrebbe definitivamente perdere forza.

Coronavirus, lo ‘strano’ effetto del lockdown

Oltre all’emergenza sanitaria, il governo italiano deve fronteggiare anche l’emergenza economica. Milioni e milioni di italiani hanno tenuto la serranda abbassata per tutto il mese, il tasso di disoccupazione si è alzato e di conseguenza anche quello di povertà. Eppure, secondo i numeri diffusi dall’ABI (Associazione Bancaria Italiana), gli italiani non sono mai stati così ricchi. Durante il lockdown, infatti, i conti correnti si sono gonfiati, arrivando ad una giacenza media di 18.753 euro (mai così alta). Nei depositi sono finiti circa 30 miliardi di euro, arrivando ad un totale di 1630 miliardi di euro, ben cento in più rispetto allo scorso anno. L’incremento è determinato da due fattori: molti dipendenti hanno continuato a percepire lo stipendio spendendo poco durante il lockdown ed inoltre molti italiani hanno deciso di depositare i propri risparmi sul conto corrente. Tale tendenza, come osservato dal Financial Time, si è verificata in gran parte dell’Europa, eccetto la Germania.

coronavirus effetto lockdown
Lo strano effetto provocato dal Covid-19 (Fonte: Google)

Se da una parte i conti non sono mai lievitati così tanto, dall’altra il paese si trova ad affrontare la più importante crisi del dopoguerra. I commercianti sono alle strette e chiedono al governo di intervenire.