Damiano Tommasi: età, carriera calcistica, l’infortunio e ‘l’enorme’ gesto di beneficenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:47

E’ stato uno dei fari del centrocampo giallorosso: Damiano Tommasi è stato il numero uno dell’AIA. Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’ex calciatore. Proprio da poche ore, come annunciamo nel video proposto di seguito, si è dimesso.

Damiano Tommasi da oggi 29 giugno non è più il presidente dell’Associazione Italiana Calciatori. A novembre scadeva il suo titolo: l’ex calciatore ha deciso di anticipare la fine della sua avventura. “I momenti complicati sono stati tanti e ne siamo usciti con l’unione e il gioco di squadra. Avere un “limite” è condizione essenziale per motivare e spingere a fare. Così è stato per me e sono contento di aver accelerato su tante iniziative” sono alcune delle parole contenute nella lettera scritta da Damiano Tommasi che ringraziato per l’appoggio ricevuto. Ma sapete che prima di ricoprire questo importante ruolo, è stato un amato calciatore della Roma? Ecco nel dettaglio la sua carriera e la sua vita privata.

Damiano Tommasi: età, carriera calcistica, l’infortunio e l’enorme gesto di beneficenza

Damiano Tommasi è nato a Negrar di Valpolicella, in provincia di Verona, il 17 maggio 1974. Iniziò a giocare a calcio nell’85 nella squadra del suo paese: nel ’90 approdò nelle giovanili del Verona. Con i gialloblù esordì in Serie B nella stagione ’93-94 con Pessotto e Inzaghi, suoi poi futuri compagni di nazionale. Con il Verona passò in Serie A due stagioni dopo. Nel ’96 venne acquistato dalla Roma e diventò subito centrocampista titolare della rosa allenata allora da Carlos Bianchi. Nella stagione 2000-2001, contribuì alla vittoria giallorossa dello Scudetto al fianco di Fabio Capello. L’anno seguente vinse la Supercoppa Italiana. Nell’estate del 2004 fu vittima di un infortunio: rottura del crociato anteriore e posteriore, infrazione dei condili e del piatto tibiale: fu indisponibile per più di una stagione: tornò a giocare il 30 ottobre 2005. entrando in campo per 20 min. Novembre 2005 tornò ufficialmente in campo ma a fine stagione decise di lasciare il club della capitale dopo 10 anni di militanza. Passò nel club spagnolo Levante ma nel 2008 per colpa di un nuovo infortunio decise di tornare in Italia. Nel febbraio 2009 firmò con il Tianjin Teda, squadra cinese e diventò il primo calciatore italiano a militare nel campionato cinese. A fine stagione lasciò il calcio professionistico ed iniziò a giocare in club come Sant’Anna d’Alfaedo e La Fiorita, prima di appendere le scarpette al chiodo. Tommasi ha dato il suo contributo anche nella Nazionale Italiana:nel 1996 ha vinto l’Europeo con l’Italia Under 21. Tommasi con la maglia azzurra ha collezionato 25 presente ed un goal. La sua ultima fu un amichevole nel 2003 contro la Romania. Dal 2011 Damiano Tommasi entra a far parte dell’AIA, Associazione Italiana Calciatori, prendendo il posto di Sergio Campana. Dal 29 giugno, in scadenza di mandato, l’ex calciatore si è dimesso dall’incarico.

Sapete che Tommasi donò una collina in beneficenza? Nel 2001 ha acquistato un’intera collina (San Micheletto) in Val Policella, vicino la sua zona natale. L’area comprende anche una villa dell’800 ed una chiesa del ‘400: tutto il terreno è stato devoluto in beneficenza ad una comunità. Ha fatto anche costruire un campo di calcio in Kosovo, è un attivo sostenitore della battaglia per la donazione del midollo osseo ed è impiegato con l’Unicef.

Vita privata

Damiano Tommasi è sposato dal giugno 1996 con Chiara, conosciuta fra i banchi di scuola. Dal loro matrimonio sono nati cinque meravigliosi figli: Susanna, Emanuele, Beatrice, Camilla e Samuele. Sul suo profilo social, Damiano pubblica post prettamente per lavoro: preferisce tenere lontano dalla luce dei riflettori la sua vita privata.