Come pulire e igienizzare i condizionatori prima e durante l’uso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:59

Pulire e igienizzare i condizionatori è molto importante: come fare, trucchi e consigli.

Condizionatore
Condizionatore – Pixabay

Il caldo torrido è arrivato. L’estate 2020, sebbene un po’ a rallentatore, è iniziata. Così, a casa o in ufficio, per far fronte alle temperature che stanno salendo, ci aggrappiamo ai condizionatori. È però molto importante pulirli bene prima di utilizzarli per evitare allergie, in primis, ma anche la diffusione nelle stanze di germi, batteri o peggio. Se durante l’inverno vi siete limitati a levare un po’ di polvere dallo split e dall’unità esterna, ora è tempo di procedere con una pulizia molto più approfondita. 

Quando pulire il condizionatore?

Il momento migliore per procedere con la pulizia del condizionatore è sicuramente tra aprile e maggio. Diciamo in piena primavera, così almeno ci si può preparare all’estate e all’utilizzo in comodità. L’importanza di pulirli è legata a doppio filo sia a questioni di salute che di manutenzione. Più un condizionatore è perfettamente igienizzato più durerà a lungo negli anni anche nonostante un funzionamento continuativo. 

Come igienizzare gli impianti dell’aria condizionata a casa

Il primo step da fare, come spiega Fanpage, per pulire i condizionatori è quello di staccare la presa dell’alimentazione elettrica, levare la copertura dello split e con l’aiuto di un aspirapolvere eliminare lo sporco e i residui di polvere più evidenti. Dopo questo step è importante poi anche pulire con un panno di microfibra la parte interna dell’impianto di condizionamento. Potrete utilizzare acqua e sapone oppure per igienizzare o sanificare anche degli spray specifici. 

Attenzione ai filtri

Altro passaggio importante riguarda la pulizia dei filtri del climatizzatore. A seconda della tipologia, che siano a rete in nylon, oppure a carboni attivi, esiste una tipologia di pulizia differente. In ogni caso il consiglio e di procedere all’igienizzazione senza usare prodotti troppo aggressivi. Acqua e sapone restano la soluzione migliore di tutte. 

Ricordate il motore esterno

 

Pulire l’impianto dell’aria condizionata significa anche occuparsi del motore esterno, troppo spesso dimenticato. Potrebbe non bastare infatti una spolverata ogni tanto, ma il motore potrebbe aver bisogno di essere pulito approfonditamente in caso fosse intasato di pollini. Staccatelo dalla presa e procedete con la pulizia con un compressore oppure con un pennello che riesca a raggiungere i punti più difficili.