Andrea Bocelli sul Coronavirus fa marcia indietro: “Sono stato frainteso”

Il tenore Andrea Bocelli ritratta le sue parole sul Coronavirus.

andrea-bocelli-coronavirus-sono-stato-frainteso (1)

Si è scatenata una polemica piuttosto particolare in questi giorni attorno ad Andrea Bocelli. Tutto ci saremmo aspettati tranne che il famoso tenore potesse finire sotto l’occhio dei riflettori non per la musica e invece questa volta si parla di lui per alcune frasi pronunciate in merito agli effetti del Coronavirus. Parole che, per altro, successivamente ha ritrattato, sostenendo di essere stato frainteso. Ma cosa è successo?

Cosa aveva detto Bocelli sul Coronavirus e la spiegazione

Andrea Bocelli, nella giornata di ieri, ha parlato al Senato e oggi ha risposto sul palco della Milanesiana ritrattando il delicato argomento del lockdown e del Coronavirus. Ieri il tenore aveva infatti parlato di una clima allarmistico attorno alla pandemia. A suo dire però queste parole miravano a specificare come sia importante avere paura della paura. Bocelli ha infatti specificato e ricordato che non è un negazionista, anzi: dal primo giorno di emergenza si è battuto con la sua fondazione per raccogliere fondi e acquistare tutta la strumentazione necessaria per gli ospedali. “Sono stato frainteso” dichiara così Andrea che sottolinea come lui si una ottimista per natura e che spera che da qui si possa ripartire.

La polemica sulla frasi di Bocelli sul Covid-19

Del resto Bocelli stesso ha avuto il Coronavirus, seppure in modo lieve e si è subito messo a disposizione per donare sangue o plasma laddove ve ne fosse bisogno per studiare una cura per i malati di Covid. Anche lui, inoltre, si è dedicato a cercare di sensibilizzare tutti i suoi fan e followers sull’argomento mascherine, rimanere a casa durante il lockdown e distanziamento sociale. Insomma, Andrea Bocelli si è impegnato da subito nella lotta al Coronavirus  e le sue parole hanno destato non poco stupore. Tanto che molti suoi colleghi gli hanno risposto via social. C’è Fedez, che ha postato l’immagine di un ragazzo di 18 anni che ha dovuto subire un trapianto di polmoni per colpa del Coronavirus. Oppure Alessandro Gassmann che ha ricordato come, in Italia, ci siano stati oltre 35mila vittime per colpa di questo terribile virus. Insomma, la marcia indietro di Bocelli era praticamente d’obbligo.