Charlize Theron si rasa a zero: il video postato su Instagram lascia di stucco

Charlize Theron rasata a zero su Instagram: il video sconvolge i fan

charlize-theron-rasa-capelli-zero

Charlize Theron, la bellissima attrice, ha da poco pubblicato sui social un video che ha lasciato i fan a bocca aperta. La donna infatti si è ripresa mentre si taglia i capelli a zero. Il motivo è però una buona causa e anche se ha sconvolto e lasciato senza parole i fan ha una spiegazione più che logica.

Bisogna dire in primis che Charlize Theron non si è veramente tagliata a zero i capelli oggi, per sopravvivere al caldo afoso tipico dell’estate. Il video postato, anche se a molti ha fatto venire in mente il colpo di testa di Britney Spears nel 2007 non nasconde niente di strano. Si tratta infatti di un ricordo di quando l’attrice ha dovuto interpretare il film Mad Max: Fury Road.

Perché l’attrice ha postato il video di quando si è rasata i capelli?

I fan di Charlize Theron hanno così potuto tirare un sospiro di sollievo. L’attrice infatti ha postato un vecchio video che risale proprio a quando ha interpretato il film Mad Max e, per il suo ruolo, si era dovuta rasare a zero, come un Marines americano. All’epoca Charlize infatti non si affidò ad un parrucchiere, ma fece tutto da sola con un rasoio elettrico e uno specchio. Ma perché ha deciso di postare nuovamente questo video? La spiegazione appare nella didascalia che accompagna il post. Si tratta infatti di una buona causa, ossia la proiezione, nuovamente, del suo film sul grande schermo in un drive in per sostenere Charlize Theron Africa Outreach Project.

Cos’è il Charlize Theron Africa Outreach Project

Il Charlize Theron Africa Outreach Project (CTAOP) è un progetto benefico fortemente voluto dall’attrice che, come si legge sul sito ufficiale “Investe nella gioventù africana e nella loro capacità di proteggere se stessi e i loro coetanei dall’HIV / AIDS”. Nato nel 2007 il progetto nasce quindi con la speranza di aiutare e fare la differenza nella lotta contro l’HIV in Sudafrica, suo paese natale che, ancora oggi, è l’area con il maggior numero di persone affette da questa terribile malattia.