Covid-19, paura per Alyssa Milano: “Pensavo di morire”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:45

Alyssa Milano sui social ha confessato di aver contratto il Covid-19 e di aver avuto molta paura: “Pensavo di morire”, ecco la sua confessione

alyssa milano covid
Covid-19, Alyssa Milano confessa: “Pensavo di morire” (Fonte: Instagram)

Alyssa Jayne Milano è un’attrice, doppiatrice e stilista nata a New York il 19 dicembre 1972. La Milano ha fatto il suo esordio da bambina, ricoprendo il ruolo di Samantha nella sit-com Casalingo Superpiù. Nel corso degli anni novanta, invece, ha partecipato a diverse pellicole cinematografiche e televisive. L’attrice ha raggiunto la notorietà prendendo parte alle serie televisive Melrose Place e soprattutto Streghe, dove ha interpretato il personaggio di Phoebe Halliwell. È proprio grazie al telefilm che è divenuta famosa anche in Italia. Durante gli anni novanta, inoltre, ha intrapreso anche la carriera di cantante, realizzando quattro album in studio, cinque singoli e altrettanti video musicali. La Milano ha ottenuto un discreto successo, oltre che in Europa, anche in Giappone.

Alyssa Milano confessa di aver avuto il Covid-19: le sue parole

Il Coronavirus ha messo letteralmente in ginocchio il mondo intero. Sviluppatosi in Cina, il temibile morbo si è diffuso a macchia d’olio anche negli altri continenti, in modo particolare in Europa e in America. Uno dei paesi più colpiti è sicuramente gli Stati Uniti, dove si contano centinaia di migliaia di morti e milioni di contagi. Anche l’Italia, però, ha vissuto un periodo molto delicato. Adesso il paese sta cercando di rialzare la testa, un po’ come tutto il mondo. La paura, però, regna ancora sovrana, dato che il virus è ancora presente in moltissime zone del pianeta. Il Covid-19 non ha risparmiato proprio nessuno ed ha colpito anche personalità note. Tra queste risulta esserci anche l’attrice protagonista in Streghe. È stata proprio la Milano a confessarlo nelle ultime ore attraverso i propri canali social. L’attrice statunitense ha pubblicato un post sul suo account Instagram, in cui ha dichiarato: “Questa sono io – postando una foto in cui è attaccata ad un apparecchio respiratorio – il 2 aprile dopo essere stata male per due settimane. Non mi ero mai sentita così male. Dolore ovunque. Perdita di olfatto. Sentivo come se un grosso elefante si fosse seduto sul mio petto. Non riuscivo a respirare. Non riuscivo a mangiare. Ho perso 4 kg in due settimane. Mi sentivo confusa. Avevo una febbre lieve e un mal di testa orribile. Avevo ogni sintomo del Coronavirus”.

View this post on Instagram

This was me on April 2nd after being sick for 2 weeks. I had never been this kind of sick. Everything hurt. Loss of smell. It felt like an elephant was sitting on my chest. I couldn’t breathe. I couldn’t keep food in me. I lost 9 pounds in 2 weeks. I was confused. Low grade fever. And the headaches were horrible. I basically had every Covid symptom. At the very end of march I took two covid19 tests and both were negative. I also took a covid antibody test (the finger prick test) after I was feeling a bit better. NEGATIVE. After living the last 4 months with lingering symptoms like, vertigo, stomach abnormalities, irregular periods, heart palpitations, shortness of breath, zero short term memory, and general malaise, I went and got an antibody test from a blood draw (not the finger prick) from a lab. I am POSITIVE for covid antibodies. I had Covid19. I just want you to be aware that our testing system is flawed and we don’t know the real numbers. I also want you to know, this illness is not a hoax. I thought I was dying. It felt like I was dying. I will be donating my plasma with hopes that I might save a life. Please take care of yourselves. Please wash your hands and wear a mask and social distance. I don’t want anyone to feel the way I felt. Be well. I love you all (well, maybe not the trolls. Just the kind people.)❤️

A post shared by Alyssa Milano (@milano_alyssa) on

L’attrice ha inoltre dichiarato di aver fatto il test degli anticorpi più di una volta e solo dopo alcuni mesi è risultato positivo. Un grosso spavento per la Milano, ma fortunatamente oggi può parlarne. Il peggio è passato.