Eritema solare in vacanza: come prevenirlo e curarlo

Eritema solare in vacanza? Come ridurre il fastidio e soprattutto come evitare che compaia.

come prevenire l'eritema solare

Quando andiamo al mare, in estate, tutti adoriamo metterci sotto al sole, come lucertole e goderci i raggi caldi. Puntiamo tutti ad una abbronzatura da sogno, ma il rischio di eritemi e scottature è praticamente dietro l’angolo per colpa dei raggi UVB se non proteggiamo adeguatamente la nostra pelle prima dell’esposizione. Un eritema solare, del resto è un’ustione a tutti gli effetti che però si riesce sia a curare che prevenire in modo abbastanza semplice.

Come capire se avete un eritema solare?

Partiamo dalla domanda classica, ossia come capire che si ha un eritema? I sintomi, come riporta Donna Moderna, sono il prurito, l’arrossamento, puntini rossi o vesciche. Generalmente compaiono tra le sei e le 12 ore dopo l’esposizione al sole e possono avere una intensità variabile a seconda del tipo di scottatura. Attenzione, se compare mal di testa forte e febbre è importante rivolgersi al medico. 

Come curarlo?

Una volta che abbiamo capito di avere un brutto eritema solare, la prima cosa da fare è quello di cercare di idratare il più possibile la pelle con delle creme o delle lozioni. Il top è l’aloe vera, ma se avete dubbi potete rivolgervi al vostro farmacista di fiducia per acquistare il prodotto giusto. Rimanendo nell’ambito dei rimedi naturali potrete usare anche creme alla calendula oppure menta ed eucalipto sono perfetti per alleviare il bruciore. Nei giorni successivi alla scottatura rimane importante mantenere la pelle idratata, con creme o oli essenziali. 

Cosa non bisogna fare assolutamente?

Bisogna invece evitare di prendere altro sole. Esporre nuovamente la pelle ai raggi solari peggiorerà notevolmente la situazione, esattamente come cedere al prurito e grattarsi. Anche in questo caso l’infiammazione potrebbe solo peggiorare notevolmente e il sollievo sarebbe solo momentaneo ed effimero. Ovviamente, e va di pari passo col non grattarsi, dove trattenervi dalla voglia di scoppiare le vesciche. Bisogna avere un po’ di pazienza insomma. Alla fine l’eritema dura solo qualche giorno e il prurito svanisce rapidamente. 

Come prevenire l’eritema solare

Per prevenire l’eritema non bisogna fare niente di particolare se non proteggere la pelle dal sole con delle creme apposite a seconda del proprio fototipo. Evitate di stare sotto i raggi solari diretti nelle ore più calde quindi dalle 12 alle 16 e poi applicate la crema solare più volte durante il giorno.