Robin Williams, la confessione a sei anni dalla scomparsa: “Lo ha totalmente disintegrato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:51

Robin Williams, arriva la straziante confessione a sei anni dalla scomparsa dell’attore: “Lo ha totalmente disintegrato”, il documentario 

Robin Williams, la confessione a sei anni dalla scomparsa: "Lo ha totalmente disintegrato"
Robin Williams, la confessione a sei anni dalla scomparsa: “Lo ha totalmente disintegrato” (instagram)

Robin Williams è stato uno dei più grandi attori di tutti i tempi, vincitore di Oscar, Golden Globe, Grammy, un vero e proprio genio e artista a 360 gradi. Robin nel corso della sua carriera ha recitato, prodotto e doppiato centinaia di grandi pellicole. Il suo carisma e il suo talento innati erano davvero eccezionali e la sua prematura scomparsa ha sconvolto l’intero mondo del cinema e della televisione. Nel corso della sua carriera ha preso parte ad alcuni delle pellicole più importanti della storia del cinema, tra cui ‘Will Hunting – genio ribelle’, per cui vinse un premio Oscar come miglior attore. La sua bravura lo ha reso uno degli attori migliori della storia del cinema! Affascinante, occhi azzurri, un sorriso davvero caloroso, che nel corso degli anni è divenuto un po’ il suo bigliettino da visita. Quindi potete ben immaginare la grande perdita che ha causato la sua scomparsa prematura, ma se allora vi aleggiava un grande alone di mistero, ora non più…

Robin Williams, la confessione a sei anni dalla scomparsa: “Lo ha totalmente disintegrato”

La sua morte è sempre stata molto chiacchierata, si sa quando un attore ci lascia prematuramente sono tantissime le ipotesi che poi aleggiano intorno. In questo caso in moltissimi ovviamente si sono chiesti come un attore sempre allegro come lui avesse potuto togliersi la vita… Domande che fino ad oggi non avevano mai ricevuto risposta e sottolineiamo il fino ad oggi. Si perché si è deciso di produrre un documentario sulla sua vita e soprattutto sulla sua morte. Proprio per dare la possibilità ai suoi fan di sapere cosa realmente è accaduto negli ultimi mesi della sua vita.

Nel documentario si scopre che l’attore era gravemente malato e che è stata proprio questa malattia a far si che si togliesse la vita. A chi sta immaginando che la malattia fosse la depressione, sta sbagliando. L’attore era affetto da una grave forma di demenza a corpi di Lewy, una malattia devastante, che provoca ansia e insicurezza fino a scatenare profonde delusioni. Il regista del film ha dichiarato: “Per troppe persone è stato difficile capire perché Robin se ne sia andato. Quando qualcuno si toglie la vita, c’è sempre qualcosa di più e questo film è quel qualcosa in più… Tutte le zone del suo cervello erano state attaccate dalla malattia. Un’esperienza che lo ha totalmente disintegrato