Castello delle Cerimonie, parla Donna Imma Polese: cos’è accaduto realmente

Il Castello delle Cerimonie è stato chiuso proprio nelle ultime ore: ma cos’è successo realmente? Il messaggio di Donna Imma Polese è appena apparso sui social

Donna Imma Polese
Castello delle Cerimonie, parla Donna Imma Polese

Nelle ultime ore, a Sant’Antonio Abate, dove si trova il Castello delle Cerimonie, è stata istituita una mini zona rossa a causa del Coronavirus. Le ultime notizie hanno parlato di un coinvolgimento del Castello di Donna Imma Polese, figlia dell’indimenticabile Don Antonio, nella vicenda. Così, lei stessa ha voluto rilasciare alcune dichiarazioni per fare chiarezza su quanto si legge nelle ultime ore. Donna Imma ha voluto rassicurare tutti sulla situazione. A quanto pare, c’è stato un caso di Coronavirus tra i suoi dipendenti: così, la struttura è stata immediatamente chiusa. La Regione Campania, quindi, ha istituito una mini zona rossa proprio a Sant’Antonio Abate. I casi di Coronavirus sono aumentati da un momento all’altro fino ad arrivare a 27 nelle ultime ore. Due alberghi, il  Grand Hotel La Sonrisa di Donna Imma Polese e l’Hotel Villa Palmentiello sono stati chiusi.

Castello delle Cerimonie: il messaggio di Donna Imma Polese 

Donna Imma Polese, che dopo la morte del padre, Don Antonio, ha preso in mano le redini del Castello delle Cerimonie, ha voluto rassicurare tutti con un messaggio sui propri profili social: “Cari amici, vi ringrazio per le manifestazioni di affetto. Stiamo attraversando un periodo difficile, ci siamo presi un grande spavento. Abbiamo deciso di fare i tamponi a tutta la famiglia e tutto il personale, la struttura è stata sanificata ed è temporaneamente chiusa. Io per fortuna sto bene e sono risultata negativa. Al momento nessuno è in pericolo, vi terrò informati. Supereremo anche questo periodo, ci vorrà forza e pazienza ma ce la faremo. Presto tutto questo passerà, e allora, quando saremo certi che non ci saranno più rischi riapriremo le porte e ci rivedremo. Intanto vi abbraccio dal Castello”.