Paolo Bonolis, il lutto per la morte del padre: episodio ‘pazzesco’, straziante…

Paolo Bonolis, il lutto per la morte del padre: episodio da brividi, quello che è successo è ‘pazzesco’, come lui stesso sostiene

Paolo Bonolis lutto padre
Paolo Bonolis, racconto da brividi sul padre

Paolo Bonolis è uno dei conduttori televisivi più apprezzati nel panorama televisivo italiano. Ha condotto per Rai e Mediaset diversi programmi molto interessanti e che hanno ricevuto, negli anni, tantissimi consensi. Tra i tanti, ‘Il senso della vita’, in cui lasciava che i suoi ospiti si aprissero completamente nel raccontare episodi della propria vita. Interviste che sono ancora ‘rintracciabili’ sul web e su Youtube.

Tuttavia, anche lo stesso Bonolis è stato intervistato diverse volte. E più di una volta ha aperto il cuore facendo trasparire proprio tutto di sé. Ha raccontato momenti della sua vita a dir poco ‘indimenticabili’ e, in particolare, vogliamo riportare qui, di seguito, le parole che ha utilizzato per spiegare al pubblico cosa accadde quando morì suo padre. Un racconto da pelle d’oca, da brividi, che può scatenare lecitamente lo scetticismo di chi non crede a certe cose. Ma che allo stesso tempo emoziona chi generalmente è ‘aperto’ a sensazioni forti che possono arrivare anche dalle parole di una persona qualunque.

Paolo Bonolis, il racconto sulla morte del padre: le rose bianche

Le rose bianche non sono così ‘comuni’. Quelle blu venivano cantate in una canzone di Zarrillo, ma chi ha mai sentito parlare di quelle bianche? Evidentemente, il padre di Paolo Bonolis, le conosceva bene. E voleva che suo figlio, il suo unico figlio Paolo, le portasse a sua moglie Sonia in ospedale per il parto appena affrontato. Lui non stava così bene. Non era in perfetta forma e per questo voleva che suo figlio facesse quel gesto per lui.

Il racconto, come detto, mette i brividi: “Accadono cose attorno a noi piuttosto impalpabili, incomprensibili. Mio padre era in ospedale, stava male, e mi disse ‘quando nascerà la bambina, se io non posso porta a Sonia un mazzo di rose bianche’. Poi lui è morto ed è nata Silvia, che ha avuto dei problemi di cui occuparsi e chi si è ricordato di queste rose bianche. Quando arrivò maggio, ci accorgemmo che da un vaso in terrazza sul quale c’erano piantate rose rosse, erano spuntate tutte rose bianche. Chiesi al giardiniere, il quale ci disse che era una cosa impossibile e infatti la volta successiva tornarono a fiorire rosse. Una cosa che per me rimane pazzesca”. Queste le sue parole in un’intervista rilasciata a Domenica in.