Coronavirus: discoteche chiuse in tutta Italia da domani, 17 agosto

Contagi Coronavirus. Discoteche chiuse da domani, 17 agosto, fino al 7 settembre. No alle deroghe regionali.

coronavirus-discoteche-chiuse-tutta-italia (2)

La decisione del Governo è arrivata: chiuse tutte le discoteche, le sale da ballo e i locali assimiliati da domani, 17 agosto in tutta Italia. Una decisione che arriva non come un fulmine a ciel sereno visto l’aumento considerevole dei contagi da Coronavirus in tutta Italia, soprattutto tra i ragazzi.

Discoteche chiuse e obbligo di mascherina all’aperto dalle 18

Questa decisione avrà effetto fino al 7 settembre, almeno. Ma i Ministri tengono aperta la possibilità di prolungarne la durata o di aumentare la stretta sulla movida se le cose da domani in poi non rientreranno e l’indice di contagio non tornerà a livelli sotto controllo. I ministri di Sanità, Regioni e Sviluppo economico, Roberto Speranza, Francesco Boccia e Stefano Patuanelli lo hanno così deciso proprio nel pomeriggio di oggi, 16 agosto, e nell’ordinanza regionale è chiarito che non sono ammesse deroghe regionali alla normativa nazionale.

Ma non finisce qui. Come riporta il Corriere della Sera, il Governo ha deciso anche in merito ad un nuovo giro di vite sull’uso delle mascherine che tornano obbligatorie anche all’aperto dalle 18 alle 6 del mattino in tutta Italia negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico, nelle piazze, nelle vie e negli slarghi ove sia più agevole il formarsi di assembramenti.

La decisione del Governo

Una decisione forte quella del Governo che ha deciso di adeguarsi al parere del comitato tecnico scientifico che, già nei giorni scorsi, aveva dichiarato l’importanza di monitorare questa crescita esponenziale dei casi di Coronavirus e, del rest, già nel Dpcm del 7 agosto, si parlava di sospensione di attività come le discoteche in caso di risalita dell’indice di contagio. Cosa che, purtroppo, è successa. Resta da vedere ora se le misure serviranno e soprattutto come reagiranno i Sindacati dei locali da ballo che si vedono chiusa in anticipo la stagione anche se, visti i casi in aumento, sembra essere l’unica decisione per evitare un nuovo lockdown totale tra qualche settimana.