Viviana Parisi, il procuratore: “I medici ci hanno già detto cos’è successo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:32

Viviana Parisi, il procuratore ammette: “I medici legali ci hanno già detto cosa è successo”, la verità raccontata dal pm Angelo Cavallo

Viviana PArisi medici legali
Viviana Parisi, “i medici legali ci hanno già detto cosa è successo”

Viviana Parisi, cos’è successo davvero? Il pm, Angelo Cavallo, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti prima di entrare in ufficio. Secondo il procuratore, i resti umani trovati nel bosco di Caronia, in provincia di Messina, sono compatibili con il corpo di Gioele. Un’analisi a dir poco drammatica della vicenda. Ci sono delle piste, al momento, che vengono considerate percorribili. Stando a quanto viene dichiarato alla stampa dal pm, si scarta il coinvolgimento di familiari ed anche la pista che conduce all’aggressione di animali comincia a perdere rilevanza. Ma cos’è successo in quei minuti, forse ore, dopo l’incidente? L’ultima parola, a tal punto, spetta ai medici che effettueranno l’autopsia nella giornata di domani, 21 agosto 2020. Intanto, però, il pm Angelo Cavallo si esprime (in minima parte) su quanto si potrebbe scoprire prossimamente.

Viviana Parisi e il piccolo Gioele: cos’è successo davvero? Si attendono risposte dai medici legali

Una storia triste. Drammatica. Commovente. Viviana Parisi è morta in quel bosco e, al 99%, con lei anche suo figlio. Il piccolo Gioele aveva solo 4 anni. Tutta l’Italia si è stretta intorno al dolore del padre e di tutti i familiari. Ma adesso si cerca la verità. Cos’è successo in quei boschi, subito dopo l’incidente?

Il procuratore Angelo Cavallo, stando a quanto si legge anche su Huffington Post, ha dichiarato: “I consulenti medici ci hanno già detto quello che è successo, già loro hanno delle certezze e ce le hanno comunicate riservandosi l’esito di questi risultati”. Ed ha aggiunto: “A noi i medici legali delle cose ben precise le hanno già dette”. ”È ovvio che a voi non le posso dire, aspettano i risultati istologici ma una chiave di lettura sugli avvenimenti ci è stata data”.

Il certificato medico rinvenuto

In auto, con lei, Viviana Parisi aveva un certificato medico. Un certificato che attestava che la donna era affetta da “paranoia con crollo mentale dovuto ad una crisi mistica”. Si tratta di un certificato medico rilasciato dall’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto.