Coronavirus, come scegliere i gel igienizzanti per le mani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00

Come usare e come scegliere il miglior gel disinfettante per le mani in questo periodo di emergenza da Coronavirus.

come-scegliere-igienizzante-mani (2)
Pixabay

In questo particolare periodo storico che stiamo vivendo, l’emergenza Coronavirus ci porta a lavarci le mani molto più spesso di prima e, in assenza di sapone, utilizziamo molti gel igienizzanti a base alcolica. Dopo un primo momento di incertezza in cui non si capivano i giusti dosaggi di alcool per essere efficaci, oggi più o meno tutte le compagnie farmaceutiche si sono adeguate, ma dobbiamo sempre far fronte al fatto che la pelle rischia di risentirne. Quale gel igienizzante scegliere quindi per pulire le mani, ma per idratarle allo stesso tempo? 

Come usare il gel alcolico per igienizzare le mani

Un tempo, prima del Coronavirus, chi aveva il gel igienizzante in borsa veniva preso in giro, oggi invece tutti ce lo portiamo dietro. Come riporta Fanpage, bisogna ricordare che basta lavare le mani accuratamente con acqua e sapone per uccidere il virus e, se siamo in giro e non possiamo lavarci, dobbiamo cercare di non metterci le mani in bocca, nel naso o negli occhi. Proprio per i casi in cui il sapone non c’è arrivano i gel igienizzanti che, dopo essere spariti dal mercato in un primo momento, ora invece stanno proliferando come funghi ad ottobre. Il gel deve essere a base alcolica e bisogna essere certi di spalmare una generosa quantità di prodotto sulle mani per non lasciare scoperto nessun lembo di pelle. 

Come evitare che si screpolino le mani

Per evitare il fastidioso problema delle mani screpolate se facciamo un uso eccessivo di prodotti come questi è dietro l’angolo. Per evitarlo, visto che l’alcol disidrata la pelle, bisognerebbe usare anche una crema idratante, meglio se contiene la fospidina, la glucosamina e fosfolipidi. Sono principi attivi per rendere la pelle capace di resistere ad una aggressione da parte dei prodotti alcolici.