Covid, partita la sperimentazione del vaccino italiano: la prima volontaria è una donna

Covid, è partita la sperimentazione per il vaccino italiano allo Spallanzani di Roma: la prima volontaria è stata una donna, i dettagli. 

Covid vaccino italiano
Partita la sperimentazione del vaccino italiano per il Covid: i dettagli. Fonte Foto: Pixabay

Si tratta, senza alcun dubbio, di una vera e propria splendida notizia: questa mattina, Lunedì 24 Agosto, è partita la sperimentazione del vaccino italiano per il Covid-19. Sappiamo benissimo che, dal 4 Maggio scorso, è iniziata la convivenza con il virus cinese. E che, in attesa di soluzione, era più che necessario continuare a mantenere e rispettare tutti gli accorgimenti utili a limitare la diffusione del contagio. D’altra parte, si è sempre detto che i tempi per il vaccino erano più o meno lunghi. Quindi, era fondamentale stare attenti e, soprattutto, essere responsabili. Eppure, sembrerebbe che si inizi ad intravedere un piccolo spiraglio di luce in fondo al tunnel. Proprio questa mattina, come dicevamo precedentemente, è stata somministrata la prima dose di vaccino esclusivamente italiano allo Spallanzani di Roma. Ecco tutti i dettagli.

Covid, somministrata la prima dose di vaccino italiano allo Spallanzani di Roma

Nel frattempo che, purtroppo, i casi di Covid continuano ad aumentare in Italia e, soprattutto, che alcune regioni della nostra penisola sono state dichiarate a maggior rischio, pochissime ore fa, ci è giunta una notizia davvero fantastica. Proprio questa mattina, Lunedì 24 Agosto, è stata somministrata, allo Spallanzani di Roma, una prima dose di vaccino italiano ad una donna volontaria. Realizzato, prodotto e brevettato da una società biotecnologica di Castelromano, il vaccino è costato all’incirca 8 milioni di euro. Di cui 5 sono stati immediatamente trasferiti alla Regione Lazio e, quindi, allo Spallanzani di Roma, mentre gli altri 3 sono stati dati in carico al Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica. Alla somministrazione della prima dose vi erano presenti Nicola Zingaretti, il presidenti della Regione Lazio, che ha rivelato che, appena pronto, il vaccino sarà pubblico e a disposizione di tutti coloro che ne avranno bisogno, Alessio D’Amato, l’assessore regionale della sanità, ed, infine, tutte le vere e proprie colonne portanti dell’Istituto romano che, ormai da mesi, porta avanti la battaglia contro il Coronavirus.

Covid vaccino italiano
Fonte Foto: Pixabay

La prima volontaria, come dicevamo precedentemente, è stata una donna. ‘Spero che questo mio gesto serva e che le persone siano più responsabili’, ha commentato la volontaria.

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui