Coronavirus, focolaio al Billionaire di Briatore: altri 52 positivi

Focolaio di Coronavirus al Billionaire, locale sito a Porto Cervo e di proprietà di Flavio Briatore: ci sono altri 52 positivi

coronavirus billionaire positivi
Coronavirus, focolaio al Billionaire di Flavio Briatore: ci sono altri 52 positivi (Fonte: Instagram)

Il Covid-19 è tornato all’attacco. L’Italia non ha mai raggiunto il tanto agognato traguardo di zero nuovi positivi e proprio per questo motivi gli esperti e i politici avevano invitato gli italiani a tenere alta la guardia. Il temibile virus aveva rallentato la sua corsa, era diventato più debole, ma non era assolutamente sparito. Con la fine del lockdown, l’inizio dell’estate, delle vacanze e degli spostamenti tra le varie regioni, nonché tra i vari stati (in particolare Grecia e Spagna), la curva dei contagi ha subito una forte impennata. Nei giorni scorsi in Italia sono stati registrati più di mille nuovi positivi, un dato che ha fatto ripiombare nel terrore gli italiani. La maggior parte dei nuovi positivi sono asintomatici, ma il virus ha dimostrato di essere ancora attivo e soprattutto virale. Il governo chiede maggiore prudenza, ma nel frattempo il ministro della Salute, Roberto Speranza, dichiara che non ci sarà un secondo lockdown come a febbraio.

Coronavirus, focolaio al Billionaire: altri 52 positivi

Diversi focolai sono sparsi per il nostro paese. Alcuni si registrano soprattutto in Sardegna e nel Lazio. Nell’isola è stato chiuso il Billionaire, famoso locale della movida sarda sito a Porto Cervo e di proprietà di Flavio Briatore. Il locale era stato chiuso perchè inizialmente erano risultati ben sei positivi tra gli addetti ai lavori. Il numero poi era salito ad undici, ma adesso è ancora più allarmante. Come riporta L’Unione Sarda, infatti, ieri nella tarda sera è arrivato l’esito dei tamponi effettuati dall’Ats nei giorni scorsi agli addetti ai lavori del famoso locale. Ci sono altri 52 casi di positività al Covid-19 tra il personale del Billionaire e questo conferma la presenza di un focolaio nel locale chiuso lo scorso 17 agosto. Briatore nei giorni scorsi si era scagliato contro il sindaco di Arzachena, pubblicando numerosi interventi sui social; mentre sulla chiusura del suo locale si era così espresso: “È una vergogna“. Il video pubblicato dal ricco imprenditore ha raggiunto migliaia di visualizzazioni e i commenti erano molto contrastanti. C’era chi infatti sosteneva il proprietario del locale e chi invece lo attaccava.

A Porto Cervo, nel frattempo, da ieri ha chiuso anche un altro storico locale, il Sottovento. La decisione è stata presa dai gestori del locale a seguito di un caso di positività tra lo staff.