Cristina Parodi: “Ero in un ospedale quasi deserto”, il racconto su Instagram

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00

Un omaggio al figlio di Cristina Parodi per il suo compleanno e il racconto della sua nascita in una calda notte di agosto.

cristina-parodi-instagram-dedica-figli

Cristina Parodi in questi mesi ha iniziato ad usare con maggior costanza e enfasi i social, soprattutto Instagram. Proprio tramite questo canale ha raccontato ai suoi fan e ai suoi followers come si è evoluta la situazione a Bergamo durante l’apice di crisi dovuta al Coronavirus. Abbiamo sentito dalla sua voce la disperazione per la città dove vive e di cui suo marito è Sindaco. Ora però Cristina Parodi si sta godendo un po’ di relax in vacanza con la famiglia, compreso suo figlio a cui ha fatto una bellissima dedica proprio su Instagram in occasione del suo compleanno.

La dedica di Cristina Parodi

“Sei nato la sera tardi del 20 agosto di 23 anni fa , in un ospedale quasi deserto”. Inizia così la dedica al figlio di Cristina Parodi, con il racconto della sua nascita e di quell’ospedale che, grazie alla calura estiva, era praticamente deserto. Cristina ha così avuto tutti i medici per sé e il suo racconto continua con un divertente dettaglio: “Quando ti ho preso in braccio la prima volta eri bianco, come ricoperto di farina e l’ostetrica mi ha detto: È nato con la camicia, è un buon segno. Sarà per questo che ami le camicie sgargianti ( che solo tu puoi indossare )”. Ed effettivamente il figlio di Cristina Parodi è ritratto nelle foto di sfuggita e soprattutto con indosso una camicia dai toni piuttosto sgargianti e intensi. Così la giornalista prosegue nella dedica al figlio e descrive altre sue caratteristiche particolari: “Detesti farti fotografare e da allora riempi la mia vita di tante cose belle. Quella fortunata, insomma, sono stata io”. Una frase di chiusura bellissima e molto emozionante che alla fine è il regalo più bello che un figlio potrebbe chiedere.