Carlos Corona, arrivano le scuse dopo la frase omofoba: le sue parole

In seguito alla frase omofoba pronunciata sui social da Carlos Corona, arrivano le scuse del figlio di Fabrizio: ecco le sue parole

carlos corona frase
Carlos Corona, arrivano le scuse del figlio di Corona dopo la frase sui social (Fonte: Instagram)

Da poco maggiorenne e già guai per il figlio di Fabrizio Corona. Fortunatamente non si tratta di guai giudiziari, come quelli che hanno investito il padre, ma guai che riguardano la morale e l’etica. Il figlio dell’ex re dei paparazzi, tra le stories di Instagram, ha pronunciato una frase bollata come ‘omofoba’. La frase incriminata ha infastidito anche la mamma, Nina Moric, che sempre sul popolare social network ha attaccato il figlio: “Vergognati Carlos per ciò che dici” – poi ha aggiunto – “Sono addolorata vedere mio figlio Carlos acquisire questi atteggiamenti, ma soprattutto un linguaggio che non è assolutamente in linea con quella che è stata l’educazione che mi sono premurata di dargli in questi anni. Mi manca il Carlos Maria che mi leggeva e argomentava i saggi di filosofia, mi manca quel ragazzo che ho visto crescere giorno dopo giorno e diventare un uomo migliore di quello che potessi immaginare. Chiedo scusa io a quanti si sono sentiti giustamente offesi“. La donna, qualche giorno fa, ha attaccato l’ex marito, accusandolo di rovinare il figlio.

Carlos Corona, arrivano le scuse dopo la frase sui social

A distanza di quasi ventiquattro ore (dato che la storia non è più presente sul popolare social network), Carlos Maria fa dietrofront e chiede scusa dopo la frase pronunciata sui social. Il ragazzo appena diciottenne, seduto accanto al padre, chiede scusa a quanti si sono sentiti offesi e dichiara di non essere omofobo e di non avere nulla nei confronti delle altre persone, soprattutto dei gay e delle persone di colore. Il figlio di Corona poi aggiunge: “L’importante è riconoscere gli errori e chiedere scusa“. Il padre poi puntualizza: “Staremo attenti” ma prima affonda il colpo “Viviamo in una società dove ormai esiste solo il politicamente corretto, la morale e l’etica. Tutto ciò che politicamente corretto è giusto“. Il termine, secondo l’ex re dei paparazzi, era assolutamente goliardico.
Carlos e il padre poi si sono complimentati con le squadre di basket NBA che nella notte hanno deciso di non giocare in segno di protesta contro le violenze subite dalle persone di colore in questi giorni.

carlos maria corona stories
Una delle storie pubblicate da Carlos sul suo account Instagram

Il ragazzo poi è tornato ad allenarsi e anche oggi non è mancata la stories di ‘incitamento’: “La forza, la grinta e la dedizione non significano aggressività, ma amore e concentrazione per ciò che si fa. Io rimarrò sempre ciò che sono, perchè ho la testa e gli attributi”.