Al Bano, incredibile: i lavori più umili che faceva per mantenersi a Milano da giovane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:32

Al Bano, simbolo della musica italiana nel mondo, a “L’Intervista” su Canale 5 racconta gli incredibili lavori svolti da giovane.

Al Bano lavori giovane
Al Bano, i lavori più umili che faceva da giovane a Milano (Instagram)

Al Bano Carrisi, il cantante pugliese che con la sua musica è diventato celebre in tutto il mondo: una vita vissuta sempre al massimo, tra successi indimenticabili e vicende private degne di una soap opera. Il suo strabiliante percorso professionale non ha mai oscurato la persona, perché il lato umano Al Bano non lo ha mai messo da parte, facendosi conoscere dal suo pubblico così com’è senza mai atteggiarsi a ‘personaggio’. Un gentiluomo d’altri tempi, dai valori sani e integri, che ha tanto da insegnare come professionista ma soprattutto come uomo. Proprio riguardo quest’ultimo aspetto, infatti, è doveroso ricordare che il cantante di Cellino ha iniziato dal nulla e si è fatto da solo, forte e determinato nella sua passione per la musica e nella sua estrema voglia di farcela. E per farcela è stato disposto a partire dai lavori più umili, a cominciare da quand’era solo un bambino e, come mostra il primo video mandato in onda a “L’Intervista”, aiutava il nonno Angelo a lavorare i campi. Ma Al Bano, dotato da sempre di una voce fuori dal comune, sentiva dentro di sé, inequivocabile, l’ardente desiderio di fare della musica il suo scopo di vita. Fu per questo che, dopo aver finito le scuole medie ed essere stato bocciato al secondo anno dell’istituto magistrale, il giovane Al Bano decise di voler giocare il tutto per tutto per raggiungere un solo obiettivo: diventare un cantante affermato. Non si può dire che non ci sia riuscito, ma vediamo come cominciò la sua storia professionale, quali lavori ha svolto prima di diventare quello che oggi tutti conosciamo.

Al Bano, quali lavori ha fatto prima di diventare un cantante: non lo immaginereste mai

L’interprete di “Nel sole”, “Felicità”, “Nostalgia canaglia” e tanti altri successi, da ragazzo decise quindi di fuggire a Milano per rincorrere il proprio destino: qui cominciò l’avventura che lo portò sempre più in alto, ma prima l’ex marito di Romina Power dovette affrontare svariate difficoltà e mettersi in gioco nello svolgere anche i lavori più umili. Come ha spiegato lui stesso a Maurizio Costanzo, arrivato a Milano, nulla gli fu regalato. Prima che la sua vita cambiasse completamente diventando una star prima nazionale e poi mondiale a seguito del provino per il clan Celentano, Al Bano ha confessato di aver fatto da giovane anche i lavori più umili per potersi mantenere nel capoluogo milanese. Lavorò infatti come cameriere, come operaio ad una catena di montaggio e perfino come pittore.

Al Bano lavori giovane
Al Bano, i lavori più umili che faceva per mantenersi da giovane a Milano: chi l’avrebbe mai detto? (Instagram)

Incredibile, vero? Davvero difficile immaginarsi il divo italiano della musica alle prese con questi lavori così diversi e lontani dal mondo di cui fa parte oggi. Ma come tutti i grandi, Al Bano non dimentica le sue origini e ne parla con serenità dando una grande prova della bella persona che è.

L.C.