Come togliere le peggiori incrostazioni dal forno: esiste un metodo infallibile

Come pulire il forno di casa dalle peggiori incrostazioni: esiste un metodo infallibile per la pulizia del forno, ecco alcuni consigli.

Come pulire forno
Come togliere le peggiori incrostazioni dal forno: esiste un metodo infallibile

La pulizia del forno è una delle mansioni casalinghe che richiede una particolare attenzione, in quanto è sicuramente uno degli utensili maggiormente impiegati in cucina. Per preparare gustosi dolci, una pizza o un piatto a base di carne o di pesce si ricorre al forno. Questo però necessita di una pulizia profonda, dato che gli odori, i grassi, gli oli dei cibi che cuociamo al suo interno, ristagnano nel forno rilasciando sporco e cattivo odore. Diventa così il peggior nemico delle donne! Spesso si ricorre a prodotti chimici che si ci liberano dall’incrostazione, ma spesso tendono a rilasciare anch’essi un cattivo odore nel forno, che potremo poi ritrovare nel cibo che mettiamo in tavola. Esistono diversi metodi che ci consentono di riavere un forno come nuovo! 

Pulizia del forno, i metodi infallibili per pulire il forno di casa

Per ottenere un forno pulito e come nuovo bisogna innanzitutto sapere che tipo di forno abbiamo in casa. Per saperlo si può tranquillamente controllare sul libretto delle istruzioni, così da esserne sicuri. Sono 4 i tipi di forno che possiamo trovare, e che si caratterizzano proprio per la modalità che bisogna adottare per pulirli:

  1. Il forno standard, che può essere elettrico o a gas e si classifica come quello più complicato da pulire
  2. Il forno con sistema a idrolisi che prevede un rilascio di vapore che consente di scrostare lo sporco dalle pareti, che bisogna poi rimuovere manualmente
  3. Il forno catalitico che prevede che a 200° qualsiasi tipo di incrostazione venga bruciata e rimossa e successivamente bisogna ripulire con del bicarbonato di sodio
  4. Il forno pirolitico che è quello che provvede autonomamente alla sua pulizia. Bisogna chiaramente impostare una temperatura alla quale, una volta raggiunta, il forno attiva la pulizia automatica. Dopodiché basterà rimuovere solo i residui depositati.
  5. Non dimentichiamo il forno a microonde, qui vi spieghiamo come pulirlo

La prima cosa che bisogna fare per procedere alla pulizia è innanzitutto liberare il forno da tutti gli utensili removibili e disporli in una soluzione di aceto di mele e detersivo per piatti. Se il forno è particolarmente sporco è possibile utilizzare del bicarbonato di sodio, prima però bisogna accendere il forno per qualche minuto per intiepidirne le pareti. Dopo è possibile creare un composto con acqua e bicarbonato,  unendo rispettivamente metà bicchiere di acqua con 10 cucchiai di bicarbonato di sodio. Quando il forno si sarà intiepidito, è possibile spargere il composto sulle superfici del forno. Se nel forno c’è un forte odore, è possibile utilizzare il limone, che è un forte antibatterico. Si può prendere il succo di due limoni, ed utilizzarlo in questo modo: accendere il forno impostando la temperatura a 100 gradi e distribuire il succo del primo limone sulle pareti del forno e lasciare agire per circa 10 minuti poi riporre nel forno il succo del secondo limone, magari in una ciotola adatta, impostare il forno alla massima temperatura e lasciare agire per 15 minuti. Bisognerà attendere che il forno si raffreddi un p0′ prima di passarci un panno all’interno. Se invece il forno non è particolarmente sporco, si può adottare un metodo più semplice che prevede l’utilizzo del sale grosso. Bisogna diluirne 250g in 500 ml di acqua e con un panno stendere il composto all’interno del forno.Basterà far trascorrere 30 minuti prima di rimuovere e risciacquare il tutto.

pulire forno
Fonte Foto: pixabay

Insomma, è o non è un metodo infallibile? Cosa aspettate? Correte a provarlo anche voi!

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui

RC