Carlo Conti, la ‘drammatica’ assenza nella sua vita: un dolore molto forte

Carlo Conti è un padre attento ed amorevole con il figlio Matteo, nonostante la dolorosa assenza che ha segnato la sua vita.

Carlo Conti assenza
Carlo Conti, la confessione sulla drammatica assenza nella sua vita (Instagram)

Diventato papà in età decisamente adulta, Carlo Conti, celebre conduttore di tantissimi programmi Rai, ha raccontato al settimanale Chi il suo rapporto col figlio Matteo, avuto 6 anni fa dalla moglie Francesca Vaccaro. Carlo ricorda che alla notizia che la moglie era incinta, il suo pensiero è andato subito a sua madre. Nel crescere Matteo, invece, spesso gli capita di pensare a suo padre, morto quando Carlo aveva appena 18 mesi, a come sarebbe stato con lui, alle cose che avrebbero fatto insieme se non fosse venuto a mancare prima che il figlio potesse conoscerlo.

Carlo Conti, l’assenza dolorosa che lo ha accompagnato per tutta la vita

La madre di Carlo, Lolette, essendo venuta a mancare nel 2002, non ha potuto conoscere il nipotino e la splendida famiglia che suo figlio si è formato. La donna, rimasta vedova e madre single, fu costretta a svolgere i lavori più umili per poter dar da mangiare al figlio oltre a dover ricoprire sia il ruolo di madre che quello di padre per il piccolo Carlo, come raccontato spesso dal presentatore. Grazie all’amore donatogli senza riserve dalla madre, fino ai 20 anni Carlo sembrava non risentire dell’assenza del padre, da lui chiamato ‘babbo’, come vuole il dialetto toscano. Nel 2015, però, intervistato da Massimo Giletti all’Arena, Carlo Conti ha confessato che in una certa occasione, si è accorto della sua mancanza: “Avevo 20 anni e stavo giocando a tennis con Pieraccioni . Il suo babbo era venuto a vederci giocare e lo incitava dietro la rete del campo. Ad un certo punto sono andato a recuperare una pallina e mi sono reso conto che questa figura per me dietro la rete che mi incitava non c’era e mi è mancato”.

Carlo Conti assenza
Carlo Conti, il dolore per quell’assenza nella sua vita (Instagram)

Poi Carlo ha parlato di come sia la sua paternità, di come sia rapportarsi con il piccolo Matteo: “Mi sono immaginato come sarebbe stato con me e cosa avremmo fatto insieme se non fosse scomparso così presto. Faccio con Matteo le cose che, forse, ‘il mi’ babbo’ avrebbe fatto con me”.

L.C.