Sal Da Vinci, rissa con un passeggero su un aliscafo per Napoli: intervengono i Carabinieri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:36

Sal Da Vinci, rissa con un passeggero su un aliscafo per Napoli: intervengono i Carabinieri, cosa è successo al cantante.

sal da vinci rissa
Sal Da Vinci, rissa con un passeggero su un aliscafo per Napoli: il cantante finisce in caserma, ecco cosa è successo ( Fonte Instagram)

Spiacevole episodio a Procida per Sal Da Vinci, questa mattina, su un aliscafo in partenza per Napoli. Il cantate è stato protagonista di una lite molto accesa, che si è conclusa con denunce ai Carabinieri. Secondo quanto si apprende dall’Ansa, la rissa tra il napoletano e un altro passeggero è scoppiata poco prima della partenza, probabilmente a causa dei bagagli. La lite è sfociata in urla e spintoni, per cui è stato necessario l’intervento dei Carabinieri. Sal Da Vinci e l’altro passeggero coinvolto nella lite hanno raggiunto la caserma: entrambi hanno sporto denuncia, per poi tornare all’aliscafo verso Napoli.

  • Seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —-> CLICCA QUI

Sal Da Vinci, rissa con un passeggero su un aliscafo per Napoli: il cantante finisce in caserma

Non si è conclusa nel migliore dei modi l’avventura di Sal Da Vinci a Procida. Il cantante si trovava sulla splendida isola per la serata conclusiva della “Sagra del mare”, tenutasi ieri sera, e dove era presente anche Fatima Trotta, conduttrice di Made in Sud. Nella tarda mattinata di oggi, 1 settembre, il cantante e il resto dello staff si sono imbarcati su un aliscafo in partenza alle ore 13.20 e diretto a Napoli. È proprio poco prima della partenza che è scoppiata la lite con il passeggero, dovuta probabilmente al posizionamento dei bagagli. Una lite che è diventata sempre più accesa, tanto da costringere il comandante dell’aliscafo a chiedere l’intervento dei Carabinieri, che hanno riportato la calma a bordo dell’imbarcazione.

(Fonte Instagram)

In seguito all’accaduto, il cantante partenopeo e l’altro passeggero coinvolto nella lite sono stati condotti in caserma, dove entrambi hanno sporto denuncia.