Muore prima la figlia, poi la compagna: l’immenso dramma della star di Hollywood

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:05

Prima la figlia, appena nata, poi la compagna: terribile dramma della star di Hollywood. La vita non è stata facile per lui

Keanu Reeves, la star di Hollywood
Keanu Reeves, l’immenso dramma della star di Hollywood

Keanu Reeves è uno degli attori più famosi di Hollywood. Oggettivamente bello e molto amato dal pubblico femminile. E’ considerato uno degli uomini più affascinanti dell’ambiente. Dietro la sua immagine di uomo tormentato si nascondono tantissimi retroscena abbastanza dolorosi. La vita non è stata tenera con lui. Il destino gli ha giocato brutti scherzi, ma lui non ha mai perso il suo garbo e la sua gentilezza. Una personalità forte, senza dubbio, perché altrimenti non sarebbe sopravvissuto a così tanti dolori. Ma cos’è successo nella sua vita? Quali sono questi drammi di cui si parla? Dovremo cominciare a raccontare di quando i suoi genitori si sono separati…

Keanu Reeves: il dramma immenso, una vita di dolori…

È una stella di fama mondiale e su questo non c’è alcun dubbio. I suoi personaggi, le sue interpretazioni, hanno sempre riscosso un successo immane. La sua, però, è una storia abbastanza drammatica. Una di quelle che mettono i brividi.

Per raccontarla bisogna partire dall’infanzia. Un’infanzia che viene segnata dal divorzio dei genitori. Praticamente, all’età di 3 anni è stato abbandonato dal padre. In un monologo nel film Parenti, amici e tanti guai, recita: «Ci vuole la patente per guidare, per avere un cane, persino per pescare ma non servono licenze che impediscano a un verme di diventare padre». Una frase che la dice lunga sulla considerazione che aveva di suo padre.

Dopo questo dolore, la vita gliene regala un altro. L’attore ha perso sua figlia appena nata per una malformazione congenita. E, come se non bastasse, la compagna è morta poco dopo in un terribile incidente. Insomma, non ci sono state molte gioie nella vita di Keanu Reeves, ma lui è rimasto una brava persona, nel senso più profondo del termine. Vive in un piccolo appartamento, adesso, e destina gran parte delle sue entrate agli ospedali. E’ rimasto un signore, buono nell’anima, nonostante la vita sia stata così cattiva con lui.