Alessandro Del Piero vittima del Covid-19: chiuso il ristorante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:20

Alessandro Del Piero vittima della crisi causata dalla diffusione del Covid-19: l’ex capitano della Juventus costretto a chiudere il ristorante

alessandro del piero ristorante covid
Alessandro Del Piero, ristorante chiuso a causa del Covid-19 (Fonte: Instagram)

Alessandro Del Piero è uno dei calciatori più forti della storia del calcio in Italia. L’attaccante si è laureato anche campione del mondo con la nazionale nel 2006. Fu soprannominato Pinturicchio dall’avvocato Gianni Agnelli, allora presidente della Juventus, del quale è stato capitano dal 2001 al 2012. Ha vinto numerosi trofei a livello nazionale e internazionale, segnando in tutte le competizioni a cui ha partecipato e stabilendo il primato assoluto di reti (290) e di presenze (705). Del Piero, infatti, è secondo, dietro Silvio Piola (390), nella classifica dei migliori marcatori italiani di tutti i tempi con 346 gol segnati in carriera. È stato inserito per tre anni consecutivi nella squadra dell’anno secondo l’European Sports Media. Nel 2004 è stato inserito nella FIFA 100, una lista dei 125 più grandi giocatori viventi redatta da Pelé e dalla FIFA. Nel 2017 è stato inserito nella Hall of Fame del calcio italiano.

Alessandro Del Piero, chiuso il ristorante a causa del Covid-19

Dopo la carriera da calciatore, Del Piero ha intrapreso quella di commentatore, lavorando per Sky, e di imprenditore. L’ex attaccante ha un ristorante a Milano, “N10“. Il locale è una delle vittime del Covid-19: il ristorante, infatti, ha dovuto chiudere i battenti. Sul profilo social del locale di Del Piero campeggia una scritta: “Informiamo la gentile clientela che N10 Milano non ha ancora deciso una data di riapertura” e ancora “Ci dispiace per il disagio ma le nostre porte sono ancora chiuse al pubblico”. Il ristorante, dunque, non ha riaperto e soprattutto non sa se e quando potrà riaprire. Secondo indiscrezioni riportate da “Il Giorno“, il locale non riaprirà e l’ex calciatore lo avrebbe già comunicato ai propri fornitori.

L’N10 è solo una delle vittime causate dalla crisi generata dal Covid-19. A Milano moltissimi ristoranti hanno chiuso i battenti