Il personaggio della settimana: il red carpet di Venezia 77

Il personaggio della settimana scelto dalla redazione di Sologossip è il red carpet di Venezia 77: ecco le nostre motivazioni

red carpet venezia 77 personaggio
Il personaggio della settimana è il red carpet di Venezia 77 (Fonte: Instagram)

Si chiude domani la settantasettesima edizione del Festival del Cinema di Venezia, diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Roberto Cicutto. La presidentessa della giuria internazionale è Cate Blanchett, mentre l’attrice Anna Foglietta ha condotto la cerimonia d’apertura e condurrà domani la cerimonia di chiusura. Cresce l’attesa per l’assegnazione dei premi. Nel frattempo è stato assegnato il Leone d’oro alla carriera ad Anna Hui e Tilda Swinton. Il film d’apertura è stato Lacci di Daniele Luchetti, mentre Lasciami andare di Stefano Mordini sarà quello di chiusura. Tra i film italiani in concorso figurano Notturno di Gianfranco Rosi, Padrenostro di Claudio Noce, Le sorelle Macaluso di Emma Dante e Miss Marx di Susanna Nicchiarelli. L’edizione è stata segnata dalla pandemia di Covid-19, che si è abbattuta in Italia e nel mondo. A causa della pandemia, la sezione Sconfini non avrà luogo, mentre la sezione Venezia Classici si è tenuta a Bologna al festival Il Cinema Ritrovato dal 25 al 31 agosto 2020. Anche quest’anno – purtroppo – hanno fatto più notizia le dame che hanno sfilato sul red carpet che i film in concorso.

Il personaggio della settimana è il red carpet di Venezia 77

Il personaggio di questa settimana non è un uomo o una donna in carne ed ossa. Il vero autentico protagonista – suo malgrado ancora in negativo – è stato il red carpet della settantasettesima edizione del Festival di Venezia. Anche quest’anno a far notizia non sono stati i film in concorso, ma le dame che hanno sfilato sul famigerato tappeto rosso. Modelle, influencer o presunte tali, insomma tutta gente che con il cinema non ha mai avuto niente a che fare. Le dame sfilano fiere con i loro vestiti costosi e i loro gioielli luccicanti, ma guai a chiedere quali siano i film in concorso. Scommettiamo che molti di questi personaggi non conoscono nemmeno chi sia Emma Dante? Scommettiamo che se chiediamo di Padrenostro ci rispondono con una preghiera? Ovviamente non ci riferiamo solo alle dame, sia chiaro, perchè sul red carpet hanno sfilato anche molti cavalieri, presenti a Venezia solo per il gusto dei flash. Dulcis in fundo, nell’ottavo giorno del tappeto rosso, è arrivato il bacio saffico tra Elisa De Panicis e Mila Suarez. Molti pensano sia stato un gesto provocatorio per far parlare di loro e, come diceva Giulio Andreotti, a pensar male si fa peccato, ma ci si azzecca. Noi lasciamo il beneficio del dubbio e in ogni caso saremo curiosi di sapere quali film abbiano apprezzato tra quelli presenti in concorso a Venezia.

Probabilmente è arrivato il momento di ridimensionare il concorso, o meglio, è arrivato il momento di ridimensionare il red carpet, permettendo solo agli artisti di sfilare sul famigerato tappeto rosso. Il Festival di Venezia deve restare la Mostra internazionale d’arte cinematografica e non il festival delle sfilate inutili o delle presunte provocazioni. La speranza è l’ultima a morire e speriamo che la 78esima edizione porti una ventata di novità (in positivo).