Matteo Salvini, scontro sui social con Gabriele Muccino: volano parole grosse

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:30

Matteo Salvini protagonista di uno scontro sui social con Gabriele Muccino, volano parole grosse tra i due: “Bravo regista, ma…”

matteo salvini gabriele muccino scontro
Matteo Salvini, scontro sui social con Gabriele Muccino: le accuse (Fonte: Instagram)

Nei giorni scorsi, il leader della Lega Matteo Salvini è stato protagonista di un’aggressione subita a Pontassieve, in Toscana. Una donna si è avvicinata al politico ed ha cercato di aggredirlo, gridandogli: “Ti maledico“. Salvini ha risposto in questo modo all’aggressione sui social: “Alle maledizioni e alle minacce di questa ‘signora’ rispondo con il sorriso e con il lavoro, ringraziando tutti per l’affetto e per i 100 Santi Rosari che mi avete mandato in dono da tutta Italia. L’amore vince sempre”. Durante l’aggressione, infatti, a Salvini gli è stato strappato il rosario dal collo. L’aggressione è stata condannata su tutti i fronti, anche dai partiti opposti. Il leader del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, ha espresso solidarietà all’avversario politico, dichiarando: “Solidarietà a Matteo Salvini. L’odio e la violenza non devono contaminare la politica, per i democratici è una responsabilità e un valore assoluto”.

Matteo Salvini, scontro sui social con Gabriele Muccino

In seguito all’aggressione subita a Pontassieve, Salvini ha ricevuto solidarietà da ogni fronte. Il leader del PD, suo avversario politico, ha scritto un tweet per esprimere solidarietà nei suoi confronti. Al messaggio, però, ha risposto il regista Gabriele Muccino, che ha scritto: “Solidarietà?! A chi incita odio e violenza verso i più deboli?! No, grazie. Nessuna solidarietà. Non esageriamo adesso. Non siamo tutti buoni e uguali. Ci sono delle differenze di comportamento che hanno delle conseguenze. Anche comprensibili”.

Il messaggio è giunto al leader della Lega, che ha risposto sui social: “Secondo il signor Muccino è ‘comprensibile’ che qualcuno metta le mani addosso a Salvini, e io non merito ‘nessuna solidarietà’ per l’aggressione subita ieri in Toscana a Pontassieve. Sarà anche un bravo regista, non lo discuto, ma come Uomo può migliorare…”.