Napoli, inseguita e tamponata dal fratello perché gay: la ventenne cade e muore, tragico episodio

Napoli, una giovane ragazza di appena 20 anni è stata inseguita da suo fratello perché gay: la giovane cade dallo scooter e muore. 

Napoli inseguita fratello
Napoli, inseguita e tamponata dal fratello perché gay. Fonte Foto: Facebook

Un altro caso di cronaca nera davvero sconcertante: una giovanissima ragazza, di appena 20 anni, è morta a seguito di un incidente stradale a Napoli. A causarlo, stando a quanto si apprende dal web, sarebbe stato suo fratello. Ci spieghiamo meglio: sembrerebbe che la giovane ventenne, da diversi anni, aveva una relazione con un trans (un ragazzo nato donna, ma che stava diventando uomo). Una relazione piuttosto duratura, c’è da ammetterlo. Anche perché i due avevano anche deciso di andare a convivere. Tuttavia, questa scelta di vita che, tra l’altro, è stata resa pubblica a tutti sin dall’inizio, sembrerebbe non essere stata affatto mandata già da suo fratello. Che, nei giorni scorsi, avrebbe deciso di compiere un folle gesto. L’altra notte, a quanto pare, sembrerebbe che il fratello di Maria Paola Gaglione, questo è il nome della giovanissima ragazza, abbia deciso di prendere il suo scooter. E di inseguire e speronare sua sorella che, nel frattempo, in compagnia de suo compagno, stava facendo un viaggio da Caivano ed Acerra. Un episodio davvero tragico quello svoltosi nei luoghi campani. Perché, dopo l’inseguimento e lo speronamento, la giovanissima Maria Paola è caduta. E, purtroppo, è morta.

Napoli, inseguita e tamponata per la sua relazione omosessuale: giovane ventiduenne muore

Aveva soltanto venti anni, Maria Paola Gaglione. Eppure, la sua vita è stata portata via a causa della sua relazione omosessuale. O, per meglio dire, una relazione lgbt. Da quanto si apprende, infatti, sembrerebbe essere proprio questo il motivo che, la scorsa notte, avrebbe spinto il fratello della giovanissima napoletana a determinare la sua morte. Il tragico episodio, come dicevamo precedentemente, è avvenuto a Napoli diverse ore fa. Ma cos’è successo esattamente? A quanto pare, sembrerebbe che la relazione sentimentale della giovane ventenne con un uomo nato donna, ma che stava diventando uomo non sia mai stata mandata giù da Antonio, fratello maggiore di Maria Paola. Che, la scorsa notte avrebbe deciso di compiere un folle gesto: prendere il suo scooter, raggiungere sua sorella e il suo compagno che, nel frattempo, era in sella alla moto da Caivano ad Acerra, e tamponarli. Appena avvistata la moto, infatti, il giovane ha iniziato ad urtarli. Determinando, però, la caduta di sua sorella e del suo compagno. Maria Paola, da quanto si apprende, ha sbattuto con il collo contro un tubo di metallo, morendo, quindi, sul colpo. Il suo fidanzato, invece, è caduto in un dirupo. Tuttavia, la questione non è affatto finita qui. Non rendendosi conto della morte di sua sorella, Antonio ha iniziato a picchiare il compagno di Maria Paola. Convinto che sia stata proprio lui a ‘plagiare’ sua sorella. Saranno soltanto le imprecazioni e le parole del ragazzo a far calmare il giovane napoletano. E a fargli rendere conto che sua sorella, purtroppo, è morta.

Napoli inseguita fratello

Un tragico episodio, quindi: Maria Paola è morta; il suo compagno, nonostante non abbia ferite gravi, ha subito un grosso trauma; suo fratello, invece, è in carcere. E continua a dire di non aver mai avuto intenzione di uccidere sua sorella, ma soltanto di volerle dare una lezione.

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui