Omicidio Willy, Chiara Ferragni: hackerato il profilo dopo il post che ha fatto scalpore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:51

Omicidio Willy, Chiara Ferragni: hackerato il profilo dopo il post che ha fatto scalpore, ecco tutti i dettagli dell’incredibile vicenda. 

Omicidio Willy Chiara Ferragni
Omicidio Willy, Chiara Ferragni: hackerato il profilo dopo il post che ha creato scalpore, ecco i dettagli dell’incredibile vicenda

L’omicidio di Willy Monteiro, il ragazzo di 21 anni ucciso a botte e calci a Colleferro, all’uscita da un locale, ha sconvolto l’opinione pubblica, lasciando tutti senza parole. L’efferatezza del delitto, oltre alla futilità dei motivi, ha aggravato ulteriormente la vicenda, che è davvero terribile. Willy era infatti intervenuto in una rissa cercando di placare gli animi per difendere un amico, ma è stato pestato a morte. Mentre continuano le indagini per stabilire chi abbia ucciso il giovane, il web, in particolare il mondo dei social, si è mosso inevitabilmente nel commentare la vicenda. Anche l’amatissima e super seguita influencer Chiara Ferragni, che ha sempre dimostrato attenzione e sensibilità verso gli episodi di razzismo e violenza, ha preso posizione, pubblicando un post che ha suscitato un certo clamore, nel quale parlava della cultura fascista in Italia, additando a questo le cause più profonde della morte di Willy. Il post della Ferragni, però, era stato preso da una pagina chiamata ‘SpaghettiPolitics’, che pochi giorni dopo il repost dell’influencer, è stata hackerata ed è improvvisamente scomparsa. La vicenda ha dell’incredibile, ecco i dettagli.

Omicido Willy, Chiara Ferragni: hackerato il profilo dopo il post che ha fatto scalpore, ecco i dettagli della vicenda

Dopo l’omicidio di Willy Monteiro, che ha sconvolto e addolorato l’Italia intera, anche Chiara Ferragni si era esposta, repostando un post pubblicato sulla pagina SpaghettiPolitics, gestita dalla 21enne Michela Grasso. Le sue parole avevano fatto scalpore, perché parlavano della cultura fascista in Italia e di quanto questa potesse essere alla base della morte di Willy. Due giorni dopo il repost della Ferragni, però, la pagina è improvvisamente scomparsa, perché è stata hackerata. Michela ha denunciato e raccontato l’accaduto in un’intervista a La Repubblica, spiegando che lavorava da due anni a quella pagina e che dopo il repost della Ferragni era riuscita in poco tempo ad arrivare a oltre 70mila followers, ma qualcuno l’ha truffata, rubandole i dati dell’account e facendolo scomparire.

Omicidio Willy post
Omicidio Willy, ecco il post di SpaghettiPolitics poi ripostato da Chiara Ferragni

“Ho perso tutto il lavoro di due anni, la community creata con i followers e i messaggi con mia nonna, la cosa che mi fa più male”, ha raccontato la Grasso, la quale ha provato a denunciare l’accaduto a Instagram, ma non ha ricevuto risposta. Ora, però, anche Chiara Ferragni, dopo aver appreso l’accaduto da INstagram, ha provato a intercedere in favore della ragazza: “Un mio amico l’ha contattatta su Twitter, lei ha risposto e si è fatta dare la mia mail per inviare una segnalazione. Ora incrocio le dita”, ha aggiunto Michela, che intanto ha creato una nuova pagina, arrivata già a circa 700 followers.