Live Non è la D’Urso, “Non ce la faccio più”: Fabrizio Corona a cuore aperto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:01

A Live Non è la D’Urso è stato ospite questa sera di 13 settembre Fabrizio Corona. Il noto personaggio televisivo ha risposto alle domande degli ospiti in studio.

fabrizio corona live non è la d'urso
Ospite di Live Non è la D’Urso Fabrizio Corona: stasera 13 settembre il personaggio televisivo ha risposto alle domande degli ospiti in studio

Una nuova stagione di Live Non è la D’Urso è partita questa sera di 13 settembre: tantissimi ospiti in studio come Lucia Azzolina e Gina Lollobrigida e tanti colpi di scena come la rivelazione choc di Andrea, l’assistente personale della diva. E’ arrivato anche il momento di Fabrizio Corona in diretta su Canale 5. E’ stato in collegamento con Barbara D’Urso da casa a Milano, essendo agli arresti domiciliari. Il famoso personaggio televisivo ed imprenditore italiano ha accettato di affrontare gli ospiti presenti in studio, personaggi con cui si è scontrato in passato. Ha risposto e parlato con loro in diretta ma non solo: ha lanciato un messaggio per Silvia Provvedi, la sua ex che sta affrontando un periodo difficile. Ha rivelato inoltre le sue condizioni di salute: ecco le sue parole.

Live Non è la D’Urso, “Non ce la faccio più”: Fabrizio Corona a cuore aperto

“Devo cambiare la mia vita perchè ho perso la libertà nel 2012 e tutt’ora esco un ora a settimana, sono chiuso in casa” sono state le prime parole di Fabrizio Corona a Live Non è la D’Urso. Il famoso personaggio televisivo si trova agli arresti domiciliari ed è stato ospite in collegamento con Barbara D’Urso. Ha cominciato poi a rispondere alle domande dei presenti in studio. “Silvia è una guerriera, sta attraversando un momento difficile. Le dico di non mollare, do un abbraccio al suo ragazzo” sono le parole di Fabrizio Corona per la sua ex, Silvia Provvedi. Dallo studio gli è stato chiesto come sta.

Non sono più quello di prima. Sono stanco, non ce la faccio più. Non ho vita, non ho libertà dal 2012. Gli arresti domiciliari sono drammatici perchè non ho neanche l’ora d’aria. Sono abbronzato, fisicamente sto bene, ho l’amore di mio figlio, ma non sto bene perchè sono stanco. Vorrei tornare alla vita, vorrei poter uscire. Però rispetto ed accetto le regole”.