Omicidio Willy, parla la mamma: “Abbiate il coraggio di testimoniare”

E’ la mamma di Willy, il ragazzo brutalmente ammazzato a Colleferro, a parlare a La Vita in Diretta. Nessuna parola d’odio, solo il desiderio di giustizia.

Willy
Omicidio Willy, l’appello della mamma su Rai 1: “Chi sa parli” (Instagram)

Intervistata oggi pomeriggio alla trasmissione di Rai 1 La Vita in Diretta, la signora Lucia, madre di Willy, ha raccontato chi era suo figlio, le sue passioni, il suo grande senso dell’amicizia. Willy Monteiro Duarte, di soli 21 anni, è stato pestato e ucciso a Colleferro nella notte tra il 5 e il 6 settembre per aver difeso un amico dall’aggressione di alcuni balordi. Era un figlio eccezionale Willy, ricorda sua madre, sempre allegro, tutti gli volevano bene. “Questo ragazzo lo conosceva bene, erano andati nella stessa scuola. Lui ha pensato subito di andare a difenderlo, vedendo un altro in difficoltà non avrebbe potuto girare la testa dall’altra parte”, ha spiegato la donna rivolgendo poi un accorato appello a chiunque abbia visto qualcosa che possa essere utile alle indagini: “Abbiate il coraggio di testimoniare, vorrei soltanto che venga fatta giustizia”.

Willy, il ricordo della sorella Milena: “Era la mia roccia”

Willy sognava di diventare uno chef, ma è morto senza poter realizzare il suo desiderio. Anche la sorella Milena lo descrive come un ragazzo solare, scherzoso, generoso con tutti. “C’era sempre, è stata la mia roccia. Non riusciamo ancora a realizzare che non c’è più”, dice la ragazza. Anche lei chiede giustizia, non solo per la sua famiglia, ma anche per evitare che simili atrocità si ripetano ancora. Nessuna parola sugli assassini, solo il legittimo desiderio che la terribile morte di Willy serva a qualcosa. Anche Milena lancia poi l’appello a chi ha visto coi propri occhi cosa è accaduto quella maledetta notte.

Prevista per domani una fiaccolata in memoria di Willy, dal Parco del Castello fino a piazza Italia, a Colleferro. Il Comune di Colleferro consiglia di fare a meno, se possibile, delle auto per raggiungere il luogo di partenza e, se necessario, parcheggiare nella zona della Asl (piazzale Tina Anselmi, piazzale Berlinguer, parcheggio Pala Olimpic).

 

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui