Napoli, bravata nella notte: il video diventa virale in poche ore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:12

Napoli, pericolosa bravata nella notte di un gruppo di adolescenti: il video diventa virale in poche ore e l’assessore comunale dice la propria sul caso

Napoli, bravata nella notte: il video diventa virale in poche ore
Napoli, pericolosa bravata nella notte: il video diventa virale in poche ore (screenshot video)

Ormai siamo abituati a vedere i social pullulare di aspiranti youtuber, influencer, tik toker. E sono sempre più i giovanissimi che si avvicinano al web e farebbero la qualsiasi pur di acquisire un po’ di notorietà. Ma non sempre i modi per arrivare a questa notorietà sono corretti e soprattutto sicuri. Nell’ultimo periodo si sente di moltissimi giovanissimi morti per challenge assurde e prive di alcun interesse. Un modo atroce, oltre che molto incosciente per cercare di arrivare a qualcosa che attualmente sembra valere molto più della salute e dell’istruzione. Non ci sono parole per descrivere questi fatti, ma la storia che stiamo per raccontarvi ha davvero dell’assurdo, oltre che dell’incredibile. Ovviamente NON CERCATE DI EMULARE I RAGAZZI DEL VIDEO. Provare a fare quello che hanno fatto loro sarebbe sbagliato e soprattutto molto pericoloso, per la vostra incolumità e quella altrui.

Napoli, pericolosa bravata nella notte: il video diventa virale in poche ore

Il fatto in questione è accaduto a Napoli. Il tratto ripreso attraverso i cellulari è in via Reggia di Portici, prosecuzione di via Nuova Marina. Precisamente all’altezza della rotonda di via Sant’Erasmo. Il ragazzo in questione sembra essere molto giovane e probabilmente anche minorenne. All’inizio del video si trova insieme ad alcuni amici sul ciglio del marciapiede. Ad un certo punto alcuni amici iniziano a riprendere la sua imminente “bravata”. Il ragazzo si lancia infatti su una Fiat Punto Grigia, mentre gli amici “spettatori” iniziano a ridere. Lui resta ancorato sul cofano della vettura, visibilmente in difficoltà. L’automobile si ferma una ventina di metri più avanti e a quel punto il ragazzo scende velocemente dal cofano e scappa di corsa.

Sia alla Polizia Municipale, che ai Carabinieri di Napoli, non risultano per ora esserci altri episodi di uguale natura. Sembrerebbe quindi per per ora non sia una ‘moda’ o una challenge su Tik Tok. Nel frattempo però il consigliere Francesco Emilio Borrelli si esprime così: “Siamo davvero molto preoccupati per questa ondata di follia che sta colpendo l’intero globo. I social in questo senso diventano uno strumento potente e pericoloso permettendo che certi fenomeni possano estendersi in maniera tanto veloce e così ampiamente. Ecco perché occorre dare vita ad una sorta di rieducazione da social, i giovani, e purtroppo non solo loro, devono comprendere bene il corretto utilizzo della rete e dei suoi strumenti. A questa rieducazione social va abbinato un lavoro, svolto con la collaborazione di genitori, insegnati, assistenti sociali ed istituzioni, affinché i giovani possano comprendere il rispetto delle regole ed il senso civico. Le imprese folli postate sui social vano denunciate perché altrimenti il fenomeno emulativo non cesserà mai. Anche in questo caso abbiamo inviato il filmato in questione alle forze dell’ordine”.

 

Il video è stato diffuso anche da Teleclubitaliach98.