È morto a 11 anni, si è sparato: tragedia per il calciatore e la sua famiglia

Una tragedia impossibile da accettare quella capitata nella famiglia del calciatore islandese: suo cognato, di soli 11 anni, è morto sparandosi per sbaglio.

calciatore
E’ morto a 11 anni, si è sparato: lutto devastante per il calciatore e la sua famiglia (Instagram)

Dramma per Gylfi Sigurdsson, centrocampista dell’Everton, e per la sua famiglia: suo cognato, un bambino di appena 11 anni, ha perso la vita per una tragica fatalità. La notizia risale a qualche settimana fa, precisamente all’8 settembre di quest’anno e lascia tutti senza parole: Maximilian Helgi Ivarsson era solo un ragazzino, ma la sua giovane vita è stata spezzata da un errore che mai e poi mai dovrebbe succedere. In base a quanto riportato dal The Sun, Maximilian stava giocando con un fucile da caccia e si è sparato accidentalmente.  Ancora nessuna dichiarazione è stata rilasciata da Sigurdsson sulla vicenda, che ha continuato a essere presente in campo con la sua squadra, che appena 5 giorni dopo la tragedia ha sconfitto la squadra del Tottenham per 1 a 0. Ma come è potuta accadere una cosa simile? Ecco cosa si sa finora di questo dramma inspiegabile.

Morto a 11 anni il cognato del calciatore Gylfi Sigurdsson: indagini in corso

Secondo quando appreso finora, il padre di Ivarsson pratica la caccia, ma non è stato accertato che il fucile fosse di sua proprietà. Quello che appare molto probabile secondo gli inquirenti, è che il ragazzino, fratellastro di Alexandra Ívarsdóttir, moglie di Sigurdsson, sia entrato in possesso dell’arma che si trovava in un armadio chiuso a chiave. In seguito alla spaventosa tragedia, la famiglia ha fatto pubblicare una dedica al defunto sul giornale islandese Morgunblaðið. Queste le commoventi parole dei parenti: “Scrivere queste parole ci spezza il cuore. La prima parola che ci viene in mente è ‘gratitudine’. Gratitudine per essere riusciti a rimanere al tuo fianco durante questo breve periodo di vita, e per aver potuto gioire della tua splendida presenza”. Massimiliano era un bambino brillante, conosceva già tre lingue, praticava sport, il karate, e seguiva lezioni di chitarra.

calciatore Gylfi Sigurdsson
Si è sparato a 11 anni ed è morto: tragedia per il calciatore e la sua famiglia (Instagram)

Siamo dispiaciuti per quanto accaduto alla famiglia del celebre Gylfi Sigurdsson e auspichiamo che incidenti così tragici non accadano mai più.

 

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui