Coronavirus, “Ero ad un passo dalla fine”: il racconto choc del conduttore a Verissimo

A Verissimo, il noto conduttore ha raccontato del suo drammatico periodo: ha combattuto contro il Coronavirus. 

coronavirus verissimo
Il conduttore ha rivelato di aver contratto il Coronavirus: ecco il drammatico racconto

Il noto conduttore televisivo sarà ospite domani, sabato 3 ottobre, nello studio di Silvia Toffanin nel programma Verissimo. Il sito ufficiale del programma ha lanciato un’anticipazione sull’intervista che vedremo domani davvero clamorosa. Parliamo di Roberto Giacobbo, volto noto di programmi come Freedom – Oltre il confine, in onda su Rete 4: il presentatore televisivo e giornalista ha contratto il Covid-19 ed ha vissuto momenti davvero drammatici. Ha rivelato per la prima volta in tv di essersela vista davvero brutta, la malattia non ha risparmiato neanche gli altri membri della famiglia. Ecco il tragico racconto.

Coronavirus, “Ero ad un passo dalla fine”: il racconto choc del conduttore a Verissimo

Roberto Giacobbo sarà ospite in esclusiva domani a Verissimo, in onda alle 16 su Canale 5. Il conduttore e giornalista ha rivelato per la prima volta in tv di aver contratto il Coronavirus: “È successo il 5 marzo. Qualcuno mi ha trasmesso il virus, probabilmente mentre ero al supermercato. Purtroppo, una laringite ha falsificato i sintomi. Avevo la febbre alta, non stavo bene. Ho comprato un pulsometro per misurare l’ossigenazione del sangue. Una mattina ho sentito una maggiore difficoltà nel respiro e dopo poche ore l’ossigenazione era crollata. Sono corso in ospedale” riporta il portale di Verissimo. Il conduttore è stato in ospedale circa 40 giorni in condizioni davvero critiche. “Sono stato in rianimazione. Avevo confuso i sintomi e sono arrivato all’ultimo stadio. Ho affidato il mio corpo completamente nelle mani dei medici. Potevo muovere solo gli occhi. Ero a un passo dalla fine” ha confessato ai microfoni di Canale 5. Il virus non ha risparmiato gli altri membri della famiglia Giaobbo: anche la moglie e le tre figlie sono state contagiate. La moglie ne ha sofferto ma non è stata ricoverata, la più piccola delle tre era asintomatica, la seconda con la mancanza di gusto e olfatto, la più grande invece con febbre alta. Ora che è guarito, Roberto respira a pieni polmoni e si ritiene fortunato di essere riuscito ad uscire da questo terribile male.