Coronavirus, Massimo Giannini positivo: evacuata la redazione del giornale

Massimo Giannini è risultato positivo al Coronavirus, l’annuncio su Twitter: evacuata la redazione del giornale

massimo giannini coronavirus
Coronavirus, Massimo Giannini positivo: evacuata la redazione de La Stampa (Fonte: Facebook)

Il Coronavirus è tornato a correre. Il temibile morbo, che tra febbraio e aprile ha causato centinaia di migliaia di morti in Italia, in estate sembrava aver perso la sua forza. L’Italia era tornata a respirare. Città come Milano e Bergamo, quelle più colpite dall’ondata di Covid nel paese, registravano pochi nuovi positivi. Con l’arrivo dell’autunno e del freddo, il virus è tornato ad essere fortemente virale, le sale intensive sono state riaperte e il numero dei morti è tornato a salire. Il governo non pensa ad un nuovo lockdown, che stroncherebbe, oltre che la diffusione del virus, anche l’economia del paese, ma chiede agli italiani di usare tutte le precauzioni. Nel frattempo, anche Massimo Giannini è risultato positivo al Coronavirus.

Coronavirus, Massimo Giannini positivo: evacuata la redazione

Massimo Giannini, direttore de La Stampa, è risultato positivo al Coronavirus. Ad annunciarlo è stato egli stesso sul suo account Twitter: “Dopo un sabato di tosse, ieri ho fatto un tampone e sono positivo al Covid-19. Ringrazio tutti per l’affetto, al giornale ci stiamo organizzando e domani ci saremo, come sempre e più di sempre”. Il giornalista poi ha voluto sottolineare: “attenti: il virus c’è, usiamo tutte le precauzioni. Solo così andrà tutto bene”.

Giannini, dunque, presentava come sintomo solo la tosse, che l’ha spinto a sottoporsi al tampone. Nel frattempo, da quanto si apprende, in queste ore si sta procedendo a evacuare la redazione e, come da protocollo, verranno eseguiti i tamponi e sanificata la sede. Il direttore del giornale, però, ci ha tenuto a precisare che già da domani il giornale sarà stampato. Il virus dunque non ferma la redazione de La Stampa, pronta a ripartire più forte di prima, anche senza il contributo del suo direttore.