Coronavirus, come comportarsi se si pensa di essere positivi: le regole fondamentali

Coronavirus, le regole fondamentali in caso di possibile contagio: sapete come bisogna comportarsi se si pensa di essere positivi?

Coronavirus come comportarsi
Coronavirus, le regola fondamentali su come comportarsi se si pensa di essere positivi (fonte Getty)

Continuano a salire i contagia da Coronavirus e un senso di incertezza e timore dilaga sempre più tra la popolazione. Il virus, che esploso con prepotenza in Italia a partire dagli inizi di Marzo, costringendo lo Stato a dichiarare un lockdown per limitare la diffusione del contagio, continua a tenere in pugno i cittadini. Proprio in questi giorni si è parlato di una nuova stretta del Governo, che potrebbe arrivare prima di quanto si pensi e, intanto, il Governatore della Regione Campania ha tenuto un lungo discorso riguardo l’obbligo delle mascherine. Se abbiamo imparato, in questi mesi, tutte le precauzioni da usare per cercare di limitare il contagio, in molti si interrogano riguardo a cosa fare in caso di positività: vediamo le regole fondamentali se si pensa di essere positivi al Coronavirus.

Coronavirus, come comportarsi se si pensa di essere positivi

Abbiamo visto quanto sia terribilmente semplice la diffusione del contagio del Coronavirus nonostante le innumerevoli misure di contenimento adottate: l’utilizzo della mascherina, il distanziamento sociale, l’evitare assembramenti e lo smart working laddove possibile. Tuttavia, vista la diffusione del virus, talvolta queste misure si dimostrano insufficienti: ecco le regole fondamentali su come comportarsi se si pensa di essere positivi al Coronavirus. Prima di tutto occorre sapere che la malattia può iniziare a mostrarsi dopo quattro o cinque giorni dal momento del contagio, sebbene vadano tenuti presenti gli asintomatici, ovvero quelle persone che non presentano nessuno dei tipici sintomi associati alla malattia. In caso si pensasse di essere positivi, quindi, bisogna immediatamente isolarsi come ha spiegato Lisa Lee, esperta statunitense. La durata della quarantena deve durare almeno quattordici giorni, poiché, ha precisato, indipendentemente da come ci si sente, bisogna attendere il tempo necessario all’incubazione del Coronavirus, che parte da un minimo di due giorni per arrivare a quattordici. Diventa fondamentale, quindi, restare isolati ma anche utilizzare la mascherina in caso di contatto con altre persone laddove fosse impossibile evitarlo. Ovviamente, se si pensa di essere positivi al Coronavirus, bisogna provvedere a fare il tampone, arieggiare casa molto spesso e, se si abita con altri familiari, cercare di utilizzare una sola stanza per evitare la diffusione: ecco come comportarsi.

Coronavirus positivi
Coronavirus, ecco le regole fondamentali su come comportarsi (fonte getty)

Il nostro Paese sta attraversando un momento difficile, ma comportarsi in modo responsabile è importante per affrontarlo al meglio.

Seguite anche il nostro profilo Instagram: qui