Coronavirus, cambia tutto in Campania: niente lockdown, cosa accadrà nei prossimi giorni

Coronavirus, cambia tutto in Campania: niente lockdown, cosa accadrà nei prossimi giorni nella regione guidata da Vincenzo De Luca.

coronavirus campania
Coronavirus, cambia tutto in Campania: niente lockdown, cosa accadrà nei prossimi giorni nella regione guidata da Vincenzo De Luca. (Fonte Getty Images)

Sono giorni molto difficili, questi, per l’Italia. La seconda ondata di Coronavirus avanza in maniera sempre più preoccupante: la curva dei contagi è in continua ascesa. Ma se Conte cerca in ogni modo di evitare un lockdown generale, il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca chiede la chiusura totale per la sua regione. Almeno fino a qualche ora fa. Nelle ultime ore, infatti, tutto è nuovamente cambiato: il governo ‘blocca’ le idee di De Luca, che si trova costretto a dover rinunciare al lockdown nella regione e a prendere provvedimenti diversi per frenare il più possibile la diffusione dell’epidemia. Cosa succederà, quindi, nei prossimi giorni in Campania? Ecco cosa è emerso nelle ultime ore.

Coronavirus, cambia tutto in Campania: niente lockdown, la decisione di De Luca

Niente lockdown in Campania. Tutto sembrava essere pronto, mancava solo l’ordinanza ufficiale. Ma, qualche ora fa, la Regione Campania annuncia l’impossibilità di “realizzare misure limitate a una sola regione, al di fuori quindi di una decisione nazionale, che comporterebbe anche incontrollabili spostamenti al di fuori dei confini regionali”. Non ci sarà quindi la chiusura generale, ma nuove misure restrittive potrebbero arrivare presto in Campania e, in particolare, nell‘aerea metropolitana di Napoli. È lì che si trova il 60 % dei contagiati: l’idea è quella di rendere tutta l’area zona rossa. Sulla scuola, il Governo prevede didattica a distanza per il 75%, ma il Presidente De Luca ritiene indispensabile portarla al 100%. Da chiarire la questione sugli orari di chiusura di bar e ristoranti: secondo la bozza del nuovo dpcm nazionale, è prevista la chiusura alle 18.00. Non ci resta che attendere le prossime ore per avere informazioni più precise e dettagliate su quanto ci aspetta nei prossimi giorni.

( Fonte Google)

Il mancato lockdown generale, intanto, potrebbe placare gli animi in Campania e, in particolare, a Napoli, dove venerdì sera è scoppiata una vera e propria rivolta. Nella notte del primo coprifuoco, proprio alle ore 23.00 è iniziata una manifestazione di protesta, in cui però non sono mancati attimi di tensione e di violenza. Assalti alle forze dell’ordine, ma non solo: anche la troupe di Sky Tg 24 è stata aggredita, mentre era sul posto per documentare la protesta.

  • Seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI