Napoli, scoppia il caos durante la protesta: aggredito un reporter, le immagini shock

Napoli, scoppia il caos durante la protesta contro le misure restrittive imposte da De Luca: aggredito un reporter, le immagini shock.

napoli protesta
Napoli, scoppia il caos durante la protesta contro le misure restrittive imposte da De Luca: aggredito un reporter, le immagini shock. (Fonte Facebook Ciro Pellegrino)

Un vero e proprio caos, quello che si è generato ieri sera, a partire dalle ore 23.00, nelle strade di Napoli. La popolazione campana è scesa in piazza per manifestare contro la decisione del governatore Vincenzo De Luca di chiedere un nuovo lockdown, della durata di un mese, per bloccare la diffusione del Coronavirus. Una protesta che è scattata proprio nella prima notte di coprifuoco, a sottolineare la ‘ribellione’ contro le nuove misure restrittive imposte dal presidente della Regione. Non sono mancati, però, momenti di forte tensione tra manifestanti, in particolare contro le forze dell’ordine. Ma non solo: durante la serata, è stato aggredita anche la troupe di Sky Tg 24, come dimostrano le immagini che vi mostriamo in seguito.

Napoli, scoppia il caos durante la protesta: aggredito un reporter di Sky TG 24, le immagini shock

Fumogeni, striscioni, cori e bombe carta: è successo di tutto durante la manifestazione di protesta a Napoli, nella prima notte di coprifuoco. “Tu ci chiudi, tu ci paghi”, recita uno degli striscioni mostrati dai protestanti durante la manifestazione. Una manifestazione organizzata in primo luogo dai commercianti, per i quali un nuovo lockdown rappresenterebbe un bruttissimo colpo dal punto di vista economico. Una manifestazione, in cui, però, non sono mancati attimi di forte tensione: assalti alle volanti della polizia, ma non solo. Mentre documentavano la protesta, anche l’inviato di Sky Tg 24 Paolo Fratter e gli operatori Vincenzo Triente e Fabio Giulianelli sono stati aggrediti, come dimostrano queste immagini:

Immagini forti, che sottolineano il clima di forte tensione presente ieri notte per le strade del capoluogo campano. Il corteo ha attraversato tutto il centro storico della città, passando per piazza Plebiscito e Piazza Municipio, e si è concluso in via Santa Lucia, sede della Regione: è proprio lì che si sono verificati gli episodi più violenti.

  • Seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI