Coronavirus, firmato il nuovo dpcm: ecco cosa cambia per la scuola

Coronavirus, firmato il nuovo dpcm dal presidente del Consiglio: ecco cosa cambia per la scuola.

Coronavirus, firmato nuovo dpcm: ecco cosa cambia per la scuola
Coronavirus, firmato nuovo dpcm: ecco cosa cambia per la scuola

Nuove restrizioni colpiscono anche il mondo della scuola, dopo che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo decreto con ulteriori misure anti-Covid. Il Governo sta cercando in tutti in modi di poter fermare la diffusione di questo nuovo virus scoperto ad inizio gennaio. L’Italia vive una situazione certamente drammatica, come anche il resto del mondo, dove i contagi non tendono ad arrestarsi. Numerosi sono i Paesi che sono in corsa per la sperimentazione di un vaccino, ma nulla è ancora certo. Da pochissimo il presidente del Consiglio ha firmato il nuovo dpcm con ulteriori restrizioni, in particolare ad essere interessati i servizi di ristorazioni. Infatti, dal giorno 26 ottobre l’apertura di tali esercizi è consentita dalle 5 del mattino fino alle 18 del pomeriggio. Non solo, anche nel mondo scolastico potrebbe esserci un’ulteriore modifica: ecco cosa cambia per la scuola.

Coronavirus, nuovo dpcm: cosa cambia per la scuola

Il nuovo decreto è stato firmato da pochissimo dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo che in questi giorni era stato avviato un primo coprifuoco. Il premier terrà una conferenza stampa oggi alle 13.30 a Palazzo Chigi per illustrare tutte le norme anti-Covid contenute nel nuovo decreto. Anche il mondo scolastico potrebbe subire un’ulteriore modifica nell’organizzazione. Infatti, per gli studenti delle scuole superiori potrebbe arrivare la didattica a distanza anche oltre il 75%. Una formula questa che va incontro alle numerose regioni che avevano chiesto di poter portare la didattica a distanza al 100%.

Coronavirus, firmato nuovo dpcm: ecco cosa cambia per la scuola
Coronavirus, firmato nuovo dpcm: ecco cosa cambia per la scuola

Sembra quindi che la scuola sia preservata da uno stop totale. Ma ulteriori restrizioni toccano altri ambiti della vita sociale, come lo stop alle feste di nozze, ai battesimi e alle cresime. Inoltre, il nuovo decreto da poco firmato raccomanda i cittadini di non ricevere persone a casa, diverse dai conviventi, infatti, come già era stato espresso nei giorni precedenti, il virus circola molto di più in famiglia. Solo alle 13:30 saranno rese note tutte le misure anti-covid avviate.

Segui anche il nostro canale instangram–>> clicca qui