Coronavirus, Luigi Di Maio annuncia nuovo dpcm: “Sarà più restrittivo”

Luigi Di Maio ha annunciato l’arrivo di un nuovo dpcm per arginare la seconda ondata di Coronavirus: “Sarà più restrittivo”

di maio coronavirus dpcm
Coronavirus, Luigi Di Maio annuncia un nuovo dpcm: le parole del ministro degli Esteri (Fonte: Instagram)

La seconda ondata di Coronavirus ha colpito il nostro paese. L’Italia ogni giorno registra un numero record di nuovi positivi. La situazione è diventata quasi ingestibile. I focolai sono sparsi per tutto il paese. Oltre alla Lombardia, che ormai da febbraio detiene il primato di positivi da Covid-19, iniziano a preoccupare anche il Lazio e soprattutto la Campania. Il governo sta cercando di porre un freno alla corsa del virus e l’obiettivo del presidente Conte e degli altri ministri è di evitare un nuovo lockdown. Una chiusura generale, come quella di febbraio, farebbe crollare l’economia del paese. L’Italia è già fortemente in crisi e i cittadini sembrano non sostenere più questa situazione. In parecchie regioni si sono verificate rivolte, spesso anche violente. A Napoli e a Milano, giusto per citarne un paio, ci sono stati anche scontri con la polizia.

Coronavirus, Luigi Di Maio annuncia nuovo dpcm: le sue parole

Il governo, a colpi di dpcm, sta cercando di rallentare la corsa del virus e soprattutto di evitare un nuovo lockdown. Le misure adottate fino a questo momento, però, sembrano poco efficaci. I contagi, infatti, continuano a salire e la situazione diventa sempre più drammatica. Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, intervistato da Il Foglio, ha annunciato l’arrivo di un nuovo dpcm: “Sarà sicuramente più restrittivo“. L’obiettivo del governo, però, resta quello di evitare una nuova chiusura generale. Nello scorso dpcm firmato dal presidente Conte è stata annunciata la chiusura delle attività di ristorazione alle ore 18, oltre alla chiusura di piscine, palestre, teatri e cinema.

Nel frattempo, la situazione degenera anche negli altri paesi. Francia e Germania hanno annunciato un nuovo lockdown e Luigi Di Maio sottolinea: “Rispetto a questa curva l’Italia non è nella parte alta dei contagi: non dobbiamo stare tranquilli ma dobbiamo capire se anticipare le mosse per evitare che la curva peggiori”. Rispetto agli altri paesi, dunque, l’Italia sembrerebbe in una situazione migliore, ma il ministro degli Esteri dichiara di non stare tranquilli: “In una fase di crisi come questa una cabina di regia anche con le opposizioni è solo un passaggio naturale, in un momento del genere in cui abbiamo tutte queste difficoltà”.