Live-Non è la D’Urso, la rabbia di Assunta di A Figl Do Marenaro: “Mi sono dovuta sostituire allo Stato”

La 51 puntata di Live-Non è la D’Urso si apre dedicata alla difficile situazione causata dal Coronavirus: la crisi degli imprenditori, parla la titolare de “A figl Do Marenaro”.

Live-Non è la D'Urso
Live-Non è la D’Urso, l’imprenditrice napoletana titolare de “A figl Do Marenare”: “I miei dipendenti non potevano sfamare le famiglie” (fonte screenshot video)

 

La situazione scaturita in Italia a causa del Coronavirus ha messo in ginocchio la società e l’imprenditoria. In attesa del nuovo Dpcm che si prospetta ulteriormente restrittivo rispetto ai precedenti, è intervenuto in diretta il Presidente della Regione Puglia. Barbara D’Urso si è collegata con un’imprenditrice napoletana, titolare del ristorante “A Figl Ro Marenare“. La donna, con alle spalle i dipendenti distribuiti su una scala fatta di “sangue, sudore e sacrificio”, è apparsa furiosa. A Live-Non è la D’urso,  ha spiegato che lavora da che aveva sette anni e che durante il primo lockdown si è sostituita allo Stato, altrimenti i suoi dipendenti non avrebbero potuto sfamare le loro famiglie. “Anche noi abbiamo paura del covid, ma se dovete chiuderci, tutelateci!” ha tuonato.

Live-Non è la D’Urso: la furia della titolare de A figl Do Marenaro

Durante la diretta di Live-Non è la D’Urso, in collegamento con Napoli, la conduttrice si è ritrovata ad ascoltare il grido di aiuto dell’imprenditrice napoletana. La titolare de A Figl Do Marenaro ha spiegato con impeto e rabbia che ha visto i sacrifici di una vita gettati al vento. Durante il primo lockdown si è sostituita allo Stato per assicurare ai dipendenti di poter sfamare le loro famiglie. Assunta, questo il nome dell’imprenditrice, ha esposto tutto la sua rabbia e la sua delusione. “Apri, chiudi, apri, chiudi: abbiamo una dignità e la vogliamo! Fate qualcosa per noi e per i nostri dipendenti!” ha tuonato. Il suo appello appassionato è rivolto allo Stato. Uno Stato che ha il diritto di prendere decisioni ma deve assicurare ai cittadini di poter andare avanti in modo dignitoso.

Live-Non è la D'Urso
Live-Non è la D’Urso, la rabbia di Assunta, imprenditrice napoletana (screenshot video)

In studio si è scatenata subito un dibattito riguardo agli aiuti stabiliti dal Governo durante il primo lockdown. Il grido di Assunta è il simbolo di una crisi profonda che sta tenendo in pugno l’economia.

 

Seguite anche il nostro profilo Instagram: qui