Gigi Proietti, parla il radiologo della clinica: ‘È venuto già in condizioni preoccupanti’, il racconto da brividi

A pochissime ore dalla morte di Gigi Proietti, è intervenuto il radiologo della clinica dove è deceduto: il racconto da brividi. 

Gigi Proietti radiologo
Parla il radiologo della clinica dove è morto Gigi Proietti. Fonte Foto: Getty Images

La notizia è stata diffusa questa mattina. E, com’è giusto che sia, ha completamente smosso e spiazzato tutti. Nello stesso giorno in cui avrebbe compiuto ottanta anni, Gigi Proietti purtroppo è morto in seguito a dei problemi cardiaci. Le sue condizioni di salute, purtroppo, sono peggiorate nelle ultime ore di Domenica 1 Novembre. E verso le prime luci dell’alba di Lunedì 2 Novembre, purtroppo, è deceduto. Una notizia davvero sconcertante, da come si può chiaramente comprendere. E che, come dicevamo precedentemente, ha scosso davvero tutti. Sono davvero tantissime le persone, personaggi pubblici e non, che hanno espresso tutto il loro dolore e cordoglio per questa tristissima cordoglio. Ecco. A distanza di qualche ora dalla sua morte, Adnkronos ha raggiunto il radiologo della clinica dove l’attore romano era ricoverato e dove, purtroppo, è deceduto. È proprio in quest’occasione che il medico non soltanto ha parlato delle condizioni di salute in cui riversava l’attore al momento del suo ricovero, datato 17 Ottobre, ma anche il suo atteggiamento. ‘Ironizzava sulle sue condizioni’, ha raccontato il radiologo della clinica. Ma non solo. Ecco le sue parole nel minimo dettaglio.

Gigi Proietti, le parole del radiologo della clinica: il racconto da brividi

A pochissime ore dalla tristissima morte di Gigi Proietti, ad Adnkronos, è intervenuto il medico radiologo della clinica dove era ricoverato e dove, purtroppo, è morto. E, vi assicuriamo, il medico si è lasciato andare ad un racconto davvero da brividi. Non soltanto, come dicevamo precedentemente, il dottore della clinica ha raccontato delle condizioni di salute dell’attore e comico romano quando al momento del suo ricovero del 17 Ottobre, ma anche l’atteggiamento che il buon Proietti ha adottato per tutta la durata della sua permanenza all’interno della clinica. ‘Da anni era un cardiopatico grave ed è venuto qui il 17 ottobre scorso già in condizioni preoccupanti’, ha iniziato a raccontare il medico. Svelando, tra l’altro, di come le sue condizioni di salute erano completamente differenti rispetto a quando, anni prima, era giunto nella stessa clinica per il medesimo problema. ‘Questa volta era diverso’, ha continuato a raccontare il radiologo. Ma non è affatto finita qui. Perché, come dicevamo precedentemente, il medico ha anche voluto sottolineare di quanto Gigi Proietti, nonostante i problemi cardiaci e il ricovero, sia rimasto sempre il medesimo. ‘Quando gli ho fatto la tac, pochi giorni fa, ironizzava sulle sue condizioni: ‘Come vado? Je la faccio?’, si legge sul sito di Adnkronos. Insomma, da come si può chiaramente immaginare, il buon Proietti ha sempre mantenuto la simpatia che l’ha contraddistinto.

Gigi Proietti radiologo
Fonte Foto: Getty Images

‘Non l’ho mai percepito ansioso e preoccupato. Era lui, è sempre stato lui’, ha continuato a dire il radiologo dopo la notizia di Gigi Proietti.