Morto Gigi Proietti: dove e quando si terranno i funerali

Gigi Proietti è morto nel giorno del suo 80esimo compleanno: ecco dove e quando si terranno i suoi funerali

gigi proietti funerali dove e quando
Gigi Proietti, dove e quando si terranno i funerali (Fonte: Getty Images)

Una terribile notizie ha sconvolto l’Italia: Gigi Proietti è morto nel giorno del suo ottantesimo compleanno. L’uomo era ricoverato da quindici giorni, ma nelle ultime ore le sue condizioni polmonari si sono aggravate. Proietti si è spento intorno alle 5.30, a seguito di un arresto cardiaco, presso la clinica romana di Villa Margherita. Il radiologo ha svelato che, prima di fare la Tac, gli aveva chiesto: “Ce la faccio? e poi ha aggiunto che era cardiopatico grave.

Gigi Proietti, i funerali: dove e quando

La morte di Gigi Proietti ha sconvolto il mondo dello spettacolo. Nelle ultime ore sono arrivati tantissimi messaggi da parte dei suoi colleghi e soprattutto dei suoi allievi. Da Carlo Verdone ad Enrico Brignano, da Vincenzo Salemme a Lino Guanciale, fino a Gabriele Cirilli, uno degli ultimi talenti saliti alla ribalta proprio grazie alla scuola Proietti.
L’attore era un vero e proprio simbolo per un’intera città, la sua Roma. Nel giorno dei suoi funerali è stato indetto il lutto cittadino. Il funerale dell’artista sarà celebrato all’interno della chiesa degli Artisti di piazza del Popolo a Roma. La cerimonia funebre si terrà giovedì 5 novembre 2020 e il giorno precedente verrà probabilmente allestita la camera ardente in Campidoglio. Non è stato ancora chiarito, però, se il pubblico potrà partecipare alla cerimonia e, in tal caso, con quali modalità, viste le restrizioni già attive per limitare la diffusione dei contagi del coronavirus e in vista del nuovo dpcm che il presidente Conte firmerà tra stasera e domani. Non è escluso che la cerimonia funebre possa essere seguita con una diretta televisiva sui canali nazionali.

La carriera

Gigi Proietti è stato uno degli attori più amati dal pubblico italiano. L’uomo, romano de Roma, come si suol dire, faceva parte di quella cerchia di artisti di formazione teatrale, campo nel quale ha mietuto notevole successo sin dagli inizi degli anni sessanta. Egli, infatti, è considerato uno dei massimi esponenti della storia del teatro italiano. Dopo il successo a teatro, Proietti ha esordito anche in televisione, dove è stato protagonista con “Fatti e fattacci”, “Fantastico”, ma soprattutto con Il maresciallo Rocca. Al cinema, invece, è divenuto famoso per aver interpretato Mandrake, il protagonista di Febbre da cavallo, uno dei suoi film di maggior successo. Uno dei suoi ultimi spettacoli televisivi è stato “Cavalli di battaglia“, tratto dall’omonima tournée celebrante i suoi 50 anni di carriera.