Coronavirus, nuovo Dpcm: tutte le misure in arrivo, cosa non si potrà fare

Coronavirus, nuovo Dcpm pronto per essere emesso nelle prossime ore: tutte le misure in arrivo, cosa non si potrà fare.

Coronavirus, nuovo Dpcm: tutte le misure in arrivo, cosa non si potrà fare
Coronavirus, nuovo Dpcm: tutte le misure in arrivo, cosa non si potrà fare 

A quanto pare in giornata potrebbe arrivare un nuovo Dpcm con tutte le nuove misure previste dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Le ultime restrizioni avviate sono state emanate il 25 ottobre ed entrate in vigore il giorno successivo. Queste nuove norme hanno scosso letteralmente i cittadini, tanto che sono state attuate numerose manifestazioni in tutta Italia. Nella giornata di ieri 2 novembre il premier Conte ha illustrato alla Camera gli ulteriori interventi da concretizzare nel nostro Paese, per cercare di attenuare la curva dei contagi. In serata arriverà la firma del presidente sul nuovo Dpcm, un documento che questa volta prevede misure diverse in base alle aree: ecco tutte le misure in arrivo.

Coronavirus, in arrivo nuovo Dpcm: tutte le misure previste

Questa mattina il presidente del Consiglio ha avuto una riunione con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro, il ministro Boccia e i capi delegazione della maggioranza. Nell’assemblea si è discusso sulle nuove norme presenti nel prossimo decreto. Mel corso della giornata ci saranno nuovi incontri tra governo e regioni. Prima di poter apporre la propria firma al nuovo Dpcm che resterà in vigore fino al prossimo 4 dicembre Conte parlerà con i vari governatori. A quanto pare le nuove misure prevedono la didattica a distanza al 100% nelle scuole superiori, centri commerciali chiusi nel weekend e anche nei giorni festivi, limitazione alla mobilità fra le Regioni ad alto rischio. I mezzi pubblici potranno essere pieni soltanto al 50%; infatti, il numero maggiore di assembramenti si verifica proprio in autobus, treni e metropolitane. Inoltre, sarà posto un limite alla circolazione delle persone di sera, con un coprifuoco che inizierà alle 21. Nell’ultimo decreto emanato, il premier Conte non aveva annunciato nessun coprifuoco, ma aveva manifestato la raccomandazione di movimenti solo per motivi lavorativi, sanitari, di studio e per necessità.

Coronavirus, nuovo Dpcm: tutte le misure in arrivo, cosa non si potrà fare
Coronavirus, nuovo Dpcm: tutte le misure in arrivo

Una delle novità principali è che l’Italia sarà divisa in zone, in fasce di rischio: rossa, arancione e verde. L’inserimento delle Regioni avverrà con un’ordinanza del ministro della salute Speranza. Nella zona rossa sono state inserite la Lombardia, il Piemonte e la Calabria. In questa fascia solo le industrie e le scuole fino alla prima media resteranno aperte. Saranno chiusi tutti gli esercizi commerciali.

Nella seconda fascia, quella arancione, rientrano la Puglia, la Liguria e la Campania, dove i ristornanti resteranno chiusi tutto il giorno. Ma non chiuderanno parrucchieri e centri estetici. Mentre resteranno in vigore tutte le altre norme già avviate il 26 ottobre.

L’ultima zona è quella verde, in cui rientrano le restanti regioni d’Italia. Anche qui i centri commerciali saranno chiusi nel weekend e i mezzi pubblici potranno essere occupati al 50%. E’ ovviamente in vigore anche in questa fascia il coprifuoco nazionale alle 21. Unico punto in comune è rappresentato dall’autocertificazione per i vari spostamenti.

Segui anche il nostro canale instangram–>> clicca qui