Coronavirus, l’Ordine dei Medici rincara la dose: ‘Un’altra settimana e andiamo a sbattere’, situazione preoccupante

Coronavirus, dopo l’allarme lanciato qualche ora fa, l’Ordine dei Medici ha nuovamente rincarato la dose: la situazione è preoccupante. 

Coronavirus Medici
Coronavirus, l’Ordine dei Medici rincara la dose: la situazione è sempre più preoccupante. Fonte Foto: Pixabay

Qualche ora fa, in un nostro recentissimo articolo, vi abbiamo raccontato dell’allarme che Roberto Carlo Rossi, presidente dell’Ordine dei Medici di Milano, ha lanciato per descrivere alla grande l’attuale situazione di Coronavirus. Adesso, invece, vi parleremo di una sua intervista a Fanpage che fa capire ancora di più di quanto ci sia da preoccuparsi. Sappiamo benissimo che, insieme ad altre Regioni di Italia, la Lombardia, purtroppo, continua ad essere una delle più penalizzate da questa pandemia. È proprio per questo motivo che si sta cercando di tutelarla in tutti i modi. Il numero dei positivi, purtroppo, aumenta giorno dopo giorno. Ed è necessario, quindi, agire immediatamente. Come? Semplice: chiudendo tutto. È proprio questo che, infatti, sta cercando di far capire l’Ordine dei Medici di Milano da giorni. Ed è questo, soprattutto, che il suo presidente ha ribadito anche nel corso della sua recentissima intervista a Fanpage. Seppure un lockdown totale a livello nazionale, fino a questo momento, non è stato preso assolutamente in considerazione, sarebbe più che necessario optare per un lockdown locale. Ma vediamo nel minimo dettaglio le parole di Rossi.

Coronavirus, l’Ordine dei Medici rincara la dose: la situazione è preoccupante

Nei prossimi giorni, lo sappiamo benissimo, dovrebbe arrivare un nuovo Dpcm del Governo. Illustrato come sempre dal premier Giuseppe Conte, il nuovo decreto si impegna ad adottare delle nuove misure, ancora più restrittive di quello precedente, per arginare e contrastare l’ulteriore avanzata del Coronavirus. Cosa prevede? Al momento, non abbiamo alcuna notizia certa. Si parla, in questi ultimi giorni, di coprifuoco nazionale alle ore 21:00. E di lockdown locale per le Regioni più a rischio. Ed è proprio su questo punto che anche Roberto Carlo Rossi, presidente dell’Ordine dei Medici di Milano, tanto batte. La situazione epidemiologica in Lombardia, purtroppo, è drammatica. Ed è per questo motivo che risulta più che necessario agire immediatamente. Altrimenti, come lo stesso Rossi sottolinea ‘tra una settimana andiamo a sbattere’. Ciò che, infatti, il buon Roberto Carlo vuole sottolineare e rimarcare è quanto il sistema sanitario lombardo sia quasi giunti al collasso. ‘Non abbiamo più posti dove mettere le persone che si ammalano’, ha riferito a Fanpage. Sottolineando, inoltre, di quanto la situazione sia sempre più preoccupante. Certo, un lockdown nazionale provocherebbe senza alcun dubbio dei danni irreversibile al sistema economico. Ma anche a livello sanitario, sottolinea il Presidente, non si scherza affatto.

Coronavirus Medici
Fonte Foto: Pixabay

Insomma, da come si può chiaramente immaginare, le parole di Roberto Carlo Rossi fungono da vero e proprio allarme. Bisogna agire e subito!