Elezioni Usa, è testa a testa fra Trump e Biden: cosa succede in caso di pareggio a 269

Grande attesa per il verdetto finale delle elezioni presidenziali Usa, ma cosa accadrebbe se ci fosse un pareggio a 269 fra Trump e Biden?

Elezioni Usa bandiera
Elezioni Usa, è testa a testa fra Trump e Biden: cosa succede se pareggiano a 269 (Pixabay)

Le elezioni presidenziali negli Stati Uniti tengono col fiato sospeso il mondo intero: l’esito finale non si conosce ancora, ma i dati giunti finora iniziano a delineare un probabile scenario. Innanzitutto, contrariamente ai pronostici, l’uscita di scena dell’attuale presidente Donald Trump non è poi così scontata. Inoltre, per ora è praticamente impossibile azzardare ipotesi su chi sarà il vincitore perché entrambi i candidati sono attualmente nella posizione di poter sorprendere con il risultato finale. Sia Trump che Biden, infatti, non sono molto distanti dal raggiungere 270 grandi elettori, condizione necessaria per aggiudicarsi la vittoria. Ma se dovesse verificarsi il caso in cui il testa a testa si concludesse con un pareggio a 269, cosa succederebbe?

Elezioni Usa, le conseguenze di un eventuale pareggio

Allo stato attuale, l’ipotesi del pareggio non è poi così fantasiosa: sorprendentemente, lo scarto tra due contendenti è davvero minimo. Se dovesse essere questo l’esito, il dodicesimo emendamento prevede di delegare la decisione alla Camera e l’ultima parola spetterebbe alla maggioranza nella delegazione al Congresso di ciascun Stato. In tale eventualità, i voti necessari all’elezione di un presidente sono 26: se non venisse raggiunto questo numero, scenderebbe in campo il vicepresidente e spetterebbe al Senato a maggioranza repubblicana nominarlo. Per ritrovare nella storia un caso simile, bisogna risalire al 1800, quando fu eletto Thomas Jefferson e al 1824, quando vinse Andrew Jackson.

Joe Biden Elezioni Usa
Elezioni Usa, è testa a testa fra Trump e Biden: cosa succede se si verifica il pareggio a 269 (Instagram)

La pandemia ha sicuramente inciso anche sul prolungarsi degli scrutinii finali: sarebbero 65 milioni gli elettori che hanno votato per posta, ritardando così il raggiungimento del risultato definitivo.

 

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui