Giuseppe Conte, “Bonifici direttamente sul conto corrente”: l’annuncio è appena arrivato

Giuseppe Conte, “Bonifici direttamente sul conto corrente”: l’annuncio del premier è appena arrivato attraverso i social.

conte bonifici
Giuseppe Conte, “Bonifici direttamente sul conto corrente”: l’annuncio è appena arrivato  attraverso i canali social del premier.(Getty Images)

“All’inizio della prossima settimana oltre 211 mila imprese vedranno accreditati, direttamente sul proprio conto corrente, i primi bonifici dei contributi a fondo perduto predisposti dal Governo.” È quanto ha appena annunciato Giuseppe Conte, attraverso le sue pagine social. Un aiuto concreto per la popolazione italiana, che arriverà già a partire dai primi giorni della prossima settimana. Un aiuto che arriva proprio nel momento in cui, in Italia, sono entrate in vigore nuove regole, previste dall’ultimo dpcm.

Giuseppe Conte, “Bonifici direttamente sul conto corrente”: accadrà a partire dalla prossima settimana

Bonifici direttamente sul proprio conto corrente per oltre 211 mila imprese. È quello che succederà all’inizio della prossima settimana. Ad annunciarlo è stato il premier Conte, attraverso i suoi canali social. Ecco il testo pubblicato dal premier pochi minuti fa:

(Fonte Facebook)

“Dobbiamo fare tutto ciò che è necessario, con rapidità ed efficacia, per riuscire tutti insieme a superare al più presto questa crisi”, conclude Conte. Un annuncio arrivato proprio nel giorno in cui sono entrate in vigore le misure restrittive previste dal nuovo dpcm. Tra le novità più grandi c’è senza dubbio la suddivisione dell’Italia in tre fasce, ognuna caratterizzata da un colore, rossa, arancione e gialla, in base al livello di criticità delle varie regioni. In ogni zona, sono previste misure restrittive adeguate alla situazione della singola area: nella zona rossa, quella considerata ad altissimo rischio, da venerdì 6 novembre è partito un vero e proprio secondo lockdown, anche se non tutte le attività dovranno abbassare le saracinesche.

( Fonte Google)

Le regioni possono “cambiare colore” e passare ad un’altra fascia nel caso in cui, per almeno 15 giorni, si confermasse una situazione di rischio meno o più grave rispetto a quella della fascia in cui si trova. Il livello della criticità di ogni singola regione è monitorato di settimana in settimana dall’Iss e dal Ministero della Salute.

 

  • Per restare sempre aggiornato, seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI