Roberto Mancini positivo al Covid-19: è asintomatico

Il ct della nazionale Roberto Mancini è risultato positivo al Covid-19: secondo l’Ansa sarebbe asintomatico

roberto mancini covid positivo
Roberto Mancini positivo al Covid-19 (Fonte: Facebook)

Roberto Mancini, commissario tecnico della nazionale italiana, è risultato positivo al Covid-19. La notizia è stata diffusa dall’ANSA. Il ct sarebbe asintomatico e in isolamento presso la propria abitazione. Nelle prossime ore seguiranno ulteriori aggiornamenti sulle condizioni dell’allenatore della nazionale italiana di calcio.

Roberto Mancini positivo al Covid-19

Secondo quanto appreso dall’ANSA, Roberto Mancini sarebbe risultato positivo al Coronavirus. Il commissario tecnico della nazionale italiana di calcio non presenterebbe sintomi e sarebbe in isolamento presso il proprio domicilio. Non sappiamo adesso quale sarà il protocollo seguito dalla Figc. Ricordiamo che il ct sarà impegnato prossimamente negli incontri della nazionale italiana. È probabile però, qualora dovesse risultare ancora positivo al Coronavirus, che al suo posto in panchina figuri il suo vice. Se Mancini dovesse essere ancora positivo ovviamente non avrà contatti con il resto della rosa, ma resterà in isolamento presso la propria abitazione.

La carriera con la nazionale

Roberto Mancini è stato nominato commissario tecnico della nazionale italiana il 14 maggio del 2018. Ha esordito sulla panchina della nazionale il 28 maggio del 2018 con una vittoria, battendo per 2-1 in amichevole l’Arabia Saudita. Arriva secondo nella prima edizione della Nations League. In seguito, la nazionale viene sorteggiata nel gruppo J delle qualificazioni per il campionato d’Europa 2020, dove l’Italia di Mancini debutta il 23 marzo 2019 contro la Finlandia. La nazionale riesce a strappare la qualificazione matematica ad Euro 2020 da prima classificata del girone con tre giornate d’anticipo, risultato mai conseguito prima nella storia della nazionale italiana. La successiva vittoria per 5-0 contro il Liechtenstein, la nona consecutiva di una striscia iniziata con la vittoriosa amichevole contro gli Stati Uniti, consente a Mancini di eguagliare il primato di vittorie consecutive registrato nel 1938 da Vittorio Pozzo. Tale record viene poi infranto con le successive vittorie sulla Bosnia ed Erzegovina e sull’Armenia per 9-1. Quest’ultima sarà la più ampia vittoria nella storia della nazionale italiana.