Nancy Brilli, grave lutto: il retroscena sulla vita privata

Un grave lutto ha sconvolto la vita di Nancy Brilli: ecco il retroscena sulla vita privata della famosa attrice

nancy brilli lutto grave
Nancy Brilli, il grave lutto che ha segnato la sua vita (Fonte: Instagram)

Nancy Brilli è una delle attrici italiane più apprezzate. La sua carriera cinematografica inizia grazie ad una sua compagna di scuola, Vittoria Squitieri, figlia del regista Pasquale Squitieri. Vittoria presenta Nancy al padre che la fa debuttare nel 1984 interpretando il ruolo di Miriam Petacci nel film Claretta e, sempre con Squitieri, bissa l’anno successivo con un importante ruolo nella miniserie TV Naso di cane. Inizia così la splendida carriera dell’attrice di origini ucraine, che arriverà a vincere anche il premio migliore attrice non protagonista ai David di Donatello 1990 e ai Nastri d’argento 1990 per il ruolo nel film Piccoli equivoci. L’ultimo impegno cinematografico è stato nella pellicola Tiro libero di Alessandro Valori. In televisione, invece, non figura da un bel po’. Nel 2019 ha dichiarato di essere stata ‘esiliata’ dalla Rai da 17 anni, svelando alcuni retroscena in un’intervista al settimanale Chi: “Mi è stato detto che non c’erano ruoli per me. Il vero problema è che oggi si parla sempre più spesso di ruoli prestabiliti. E che a scegliere non sono più i registi, ma funzionari vari o chi per loro”.

Nancy Brilli, il grave lutto che l’ha segnata

Nancy Brilli, all’anagrafe Nicoletta Lina Ortensia, è nata a Roma il 10 aprile del 1964, ma ha origini ucraine. La sua infanzia è stata segnata da un gravissimo lutto. L’attrice, infatti, è rimasta orfana di madre quando aveva solo dieci anni. In una recente intervista a Io e te, la Brilli ha dichiarato: “Ho perso mia madre da piccola. Mi manca ancora adesso, mi faccio un sacco di domande, mi chiedo come sarebbe stata”. A causa dello shock forte, infatti, l’attrice ha dichiarato di non avere il benché minimo ricordo della mamma. “Volevo sentire la presenza di mia madre, ma non ci sono mai riuscita” – ha poi aggiunto – “Non per mancanza di fede: ho pregato tanto”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#corridoio veloce per un nuovo #buongiorno . #tataellen

Un post condiviso da Nancy Brilli (@nancy_brilli_ufficiale) in data:

Dopo la morte del genitore, Nancy Brilli fu costretta a vivere con delle zie: “Quando lei è morta, la famiglia è esplosa, sono iniziati i litigi. Mi ha cresciuto una nonna che non mi ha mai amato particolarmente, mi vedeva come un peso. Ho una voragine di mancanza d’amore. Avevo una zia che mi diceva che ero volgare, che mi davo delle arie”. A 18 anni, la Brilli decise di andare via di casa e in un’intervista a Libero ha raccontato: “Andai a vivere da sola e per mantenermi vendevo orecchini e borsette”.